Politica - Scegliete e votate la lista migliore!


Adesso la parola spetta al voto

riguad20.JPG

Ognuno di voi ha potuto vedere il risultato del nostro sondaggio, ma come abbiamo gia' detto' la parola ora spetta ai votanti che possono esprimere la loro volonta'. Dopo le votazioni vedremo di analizzare le cose, e speriamo che la popolazione scelga la lista migliore, perche' oltre al Sindaco nuovo avremo dei consiglieri di maggioranza e minoranza e da loro ci aspettiamo che facciano e si adoperino per il bene del paese.


pallacomcampanile.jpg

Votate la lista migliore!

Monday, May 2, 2011
Il sondaggio sara' attivo fino al 12 Maggio, vogliamo fare chiarezza che il contatore iniziale sulla pagina di arrivo a Pallacom conta i cliccaggi soltanto e solamente su quella pagina, se qualcuno di voi accede il sito direttamente su qualsiasi pagina  evitando la prima, e' chiaro che il contatore resta fermo. Ci spieghiamo chiunque di voi sicuramente ha salvato il link di Pallacom, ma se quel link non corrisponde alla prima pagina, ed invece da accesso ad altre aree del sito il contatore non viene attivato. Per quanto riguarda il vostro gradimento sul sondaggio, il sistema rifiuta il voto dallo stesso I.P., in altre parole uno puo' votare piu' volte ma deve avere I.P. diversi cioe' piu' conessioni in rete. Premesso cio' e sapendo il funzionamento tutti hanno la possibilita' di usarlo pro e contro, alla fine sappiamo tutti che contano i voti alle urne ed i sondaggi misurano solo la tendenza.


Sunday, May 1, 2011
Da oggi fino all'elezione del nuovo Sindaco sara' possibile votare sul nostro sondaggio la lista di vostro gradimento. E' chiaro che quelli che lo fanno qui sul sondaggio hanno due modi, uno e quello che riguarda i residenti in paese con diritto di voto , il secondo modo riguarda i non residenti, cioe' tutti quelli che sono fuori e non hanno residenza a Pallagorio e diritto di voto. Questo e per dare a tutti la possibilita di esprimere il loro gradimento a prescindere dal fatto che alla fine contano i voti nella gabina elettorale. Questo sondaggio vuole essere una cartina al tornasole, cioe' un termometro che misuri la tendenza e convincimento di chi alla fine votera'. Il sondaggio verra' bloccato durante le votazioni vere e proprie, in modo da poter dare aggiornamenti sul voto e non creare confusione. Buon voto a tutti e vincano i migliori.

perripal02.JPG

Antonio Blandino

Tuesday, April 26, 2011
Oggi proponiamo alla vostra attenzione e dunque al nostro sondaggio preelettorale il professore Antonio Blandino. Non solo e' conosciuto localmente ma anche a livello provinciale e regionale per i suoi incarichi di ispettore dell'Istruzione Pubblica, ed e' stato anche Provveditore nella provincia di Crotone, insomma per farla breve nessuno dei pallagoresi ha raggiunto una posizione cosi alta nella Pubblica Istruzione, se altri paesi lo avesssero avuto sicuramente gli abrebbero designato una statua alla memoria. Il lo conosco anche perche' e' stato un mio insegnante, a quei tempi  l'ispettore Blandino non si occupava di politica, erano i tempi dell'amministrazione Pontieri, e la radio Parsec si faceva conoscere. Dopo Rosario Ceraudo ecco che la lista di sinistra riconquista il Comune grazie al prestiggio del Professore, che nel suo mandato realizza diverse opere che portano la sua firma, come l'edificio destinato alle Scuole Superiori cosi anche il Centro Anziani, e tante altre strutture che se fossero state utilizzate dall'attuale amministrazione forse il paese non sarebbe cosi spopolato e deluso. In un mio intervento scritto sul Crotonese durante il mandato Blandino, lo paragonai a Silvio Berlusconi ed in certo senso ancora oggi vale questo paragone, nel senso di carisma non nel senso politico. Ancora oggi le sinistre non riescono a trovare un uomo politico che possa pendere la bilancia dell'opinione pubblica verso un candidato che possa competere con Silvio Berlusconi a cu va il merito di portare a termine ogni sua legislatura nel bene e nel male. Allo stesso modo in paese la punta di diamante e proprio Antonio Blandino che non si fa scalfire da nessun concorrente politico, perche' riesce a far decollare il paese, riesce a smuovere le acque, riesce a metter in moto quell'economia locale dove gli altri sognerebbero di arrivarci. L'ex sindaco Antonio Blandino a suo tempo s'e' adoperato anche nella viabilita' dei contadini locali, facendo costruire ed addirittura asfaltare molte delle strade interpoderali. Questi sono fatti che tutti possono valutare, non c'e' bisogno della mia enfasi per dare a Cesare quello che e' di Cesare, cioe' dare atto a Blandino che nel suo mandato Pallagorio era un cantiere a cielo aperto. Potrei dire altro sul mio ex professore, ma lascio a voi l'ardua sentenza, cioe' se vogliamo far brillare Pallagorio, oppure coprire uno dei nostri diamanti viventi. Eugenio Perri.
Gradiresti Antonio Blandino al nuovo Consiglio Comunale?
SI (37) 55%
NO (22) 32%
No se fossi in paese (6) 8%
Si se fossi in paese (2) 2%

Total Votes (67) 100%






umbertopallacom.JPG

Umberto Lorecchio

Wednesday, April 20, 2011 (foto scattata da me nel 2009 nel suo locale)
Oggi inseriamo nel nostro sondaggio il dott. Umberto Lorecchio, che tutti conosciamo e quindi le mie parole sarebbero superflue per un personaggio non solo pubblico ma attivo politicamente da parecchi anni. Conosco Umberto da quando era ragazzino, infatti abitavamo molto vicini di casa, e debbo dire che nonostante provenga da una delle prime famiglie pallagoresi, avrebbe potuto vivere in agiatezza con il patrimonio che ha ereditato da suo padre Francesco Lorecchio, invece oltre a migliorare le sue tenute terriere, si e' prodigato non solo nei suoi interessi economici tanto da lavorare come qualsiasi coltivatore diretto senza darsi arie nonostante sia dottore in Agraria, ma si e' dedicato alle sorti del paese politicamente. E' all'opposizione di questa amministrazione, e in piu' riprese ne ha evidenziato il loro lassismo ed inerzia. Indiubbiamente se il paese lo avesse votato 5 anni fa, non saremmo in questo stato, sicuramente avrebbe fatto del suo meglio per farsi rieleggere. Quindi non possiamo giudicarlo senza avergli dato la possibilita' di dirigere il Comune, in provincia e' riuscito a far inserire qualche giovane e' gia' queste credenziali dovrebbero favorirlo almeno in questa tornata elettorale. Eugenio Perri

Gradiresti Umberto Lorecchio al nuovo Consiglio Comunale?
SI (5) 17%
NO (17) 58%
No se fossi in paese (6) 20%
Si se fossi in paese (1) 3%

Total Votes (29) 100%



perripal02.JPG

Caterina Spina

Saturday 16 April 2011
Considerato il fatto che nel Blog 2 si parla dell'avocatessa Caterinna Spina come possibile capolista, diamo la possibilita' a tutti di esprimere il loro consenso o dissenso attraverso il voto del nostro sondaggio. Io personalmente la conosco solo di vista, quindi non posso dire tanto, daltronde in paese molti dei giovani li conosco di vista, pero' la novita' femminile e' di per se' un fatto positivo, anzi sarebbe giusto avere almeno meta' dei consiglieri anche donne, cosi forse le cose cambieranno. A proposito di Caterina Spina, adesso che ci penso, lei ha ricoperto il ruolo di avvocato se non erro nella commedia che filmai nel 2006, "Il Monaco", e debbo dire che la sua interpretazione nella commedia fu ottima, come tutti gli attori. Se guardiamo indietro nella storia di Pallagorio, ci sono stati alcuni sindaci senza laurea, e qualcuno addirittura solo con la scuola elementare, quindi se essi hanno dato il loro supporto, figuriamoci di chi ora ha gia' studiato. Non mi resta che augurarle "In bocca al lupo ", una Sindaco giovane e preparata andrebbe bene a Pallagorio. Eugenio Perri.

Gradiresti Caterina Spina al nuovo Consiglio Comunale?
SI (8) 44%
NO (5) 27%
No se fossi a Pallagorio (1) 5%
Si se fossi a Pallagorio (4) 22%

Total Votes (18) 100%



Palaelezioni4.jpg

Astorino Carmine

Alla vostra attenzione o meglio ancora al sondaggio di gradimento a futuro consigliere o sindaco, proponiamo il radiologo Astorino Carmine classe 1958. Ha lavorato in provincia e poi si e' trasferito a Ciro' Marina. In paese lo conosciamo tutti, piccoli grandi e vecchi. Di piu' i giovani che praticano lo sport del calcio. Carmine Astorino e' stato sempre presente in qualche modo in questo sport, generando alcune squadre. Per questo lo propongo alla vostra attenzione, chissa forse potrebbe creare una squadra al Comune, che ci porterebbe a nuovi lidi. Eugenio Perri
Gradiresti Carmine Astorino al nuovo Consiglio Comunale?
SI (1) 16%
NO (1) 16%
No se fossi in paese (2) 33%
Si se fossi in paese (2) 33%

Total Votes (6) 100%


politica_pallacom9.jpg

Pino Mariano

Sunday, ApriSunday 10, 2011
Proponiamo alla vostra attenzione l'avv. Pino Mariano, come tutti sanno
lavora e' un professionista che vive a Catanzaro con la sua famiglia, ma
cio' non gli impedisce di stare vicino al paese che gli ha dato i
natali. Visto il tempo che stringe ed i canditati possibili sarebbero
tanti, da questa settima ne proponiamo due, quindi vi invitiamo a
votarli entro tre giorni da quando sono proposti. Proprio per questa
accellerata di nuove proposte il mio commento sara' breve, anzi
brevissimo, perche' sono persone molto conosciute in paese e non vorrei
far pendere l'ago della bilancia per questo o quello candidato che viene
posto all'attenzione di tutti, poi sarete voi locali a scegliere la
lista o farla, noi da qui solo segnialiamo all'attenzione che esistono
persone capaci o meglio ancora capacissime come Pino Mariano. E.P.
Nota: Sondaggio valido tre giorni-
Gradiresti Pino Mariano al nuovo Consiglio Comunale?
SI (1) 9%
NO (4) 36%
No se fossi in paese (5) 45%
Si se fossi in paese (1) 9%

Total Votes (11) 100%


perripal02.JPG

Giuseppe Astorino

Monday, ApriMonday 4, 2011
Questa settimana proponiamo al nostro sondaggio altro Pallagorese che andrebbe benissimo al Comune sia come consigliere e sia come sindaco, si tratta di Giuseppe Astorino di professione avvocato. In paese lo conosciamo come Pino figlio di Tommaso del Barista, infatti suo padre aveva una bonta' unica che caratterizza per la maggiore tutti quelli che portano il casato Astorino e  la buon'anima Tommaso ne aveva da vendere, anche perche'aveva a che fare con il pubblico essendo uno dei primi bar del paese il primo a portare il bligliardo e il calciobalilla. Pino Astorino come tutti noi ha fatto le scuole elementari a Pallagorio fino alle medie, mio compagno di scuola in questo periodo, poi a Crotone infine all 'Universitá di Roma dove li sí e' laureato in legge durante la mia assenza dal paese, e poi penso abbia indirizzato la sua carriera come avvocato. Di Pino Astorino ho dei ricordi legati alle scuole medie e superiori. Alle medie suo compagno di banco era Carmine Malagrino (figlio del tabbachinaio) io insieme a Leonardo Panzarella siedevamo la fila seguente. Erano i tempi dellínsegnante Piccaretta che insegnava disegno, con la sua famosa frase "Esci l'album", alle Elementari abbiamo avuto l' insegnante Nuccio, che ci faceva giocare al pallone quasi ogni giorno, aveva un'alfaromeo giulietta color bianco era il collega del pof. Gentile Carmile di Pallagorio. Erano tempi speciali per noi classe 1960, anche se Pino vi entra per un  mese credo sia nato a Dicembre . Come  potrai  leggere e smentirmi, alcuni ricordi sono indelebili, cosi tanti altri che riguardano Pino Astorino che fu anche un componente del primo gruppo che formo la radio libera a Pallagorio,infatti si chiamava R.A.L.P.  (radio antenna libera Pallagorio) parliamo del 1977, poi nel 78 con il cambio di molti volontari ( Egidio, Leonardo, Ciccio,Salvatore, Maurizio, Angelo, etc.)divenne radio Parsec e dall'origine fino alla chiusura io ne ero il responsabile legale, mentre tutti quelli che vi hanno partecipato avevano un'impegno di abnegazione dettato dall'amore verso la musica e verso il paese, con quei dischi di vinile volevamo modernizzare sia l'ambiente locale sia la mentalita'contadina di quegli anni. E la prima sede della radio fu'appunto difronte al bar di Tommaso Astorino all'epoca epicentro del paese anche come divertimento. L'avv. Pino Astorino coniugato a  Pallagorio ed ivi ha il suo studio legale. Durante le mie visite in Italia, l'ho visto sempre in forma, e come persona credo che sia adatta a rappresentarci al Comune, anzi gli consiglierei di farsi una lista civica e magari attingere i candidati che abbiamo proposto da questo spazio. E'un professionista serio che capisce la realta'locale meglio di noi che siamo fuori e ritorniamo per le ferie, e' una persona sensibile alle sorti del paese altrimenti non ci starebbe. Tutti sappiamo che fino a quando c'era uno solo nella sua professione in paese, si stava bene, ora che il paese ha tanti laureati come in tutt'Italia si fa fatica ad andare avanti. Portare al Comune una persona come Giuseppe Astorino, gioverebbe a tutti noi, tanto peggio di come siamo ora, mi auguro che mai succeda, e che Pino dia una svolta decisiva, a questi politicanti che politicano solo per portare acqua nel loro mulino.
Eugenio Perri. 
Gradiresti Giuseppe Astorino al nuovo Consiglio Comunale?
SI (3) 18%
NO (8) 50%
No se fossi in paese (1) 6%
Si se fossi in paese (4) 25%

Total Votes (16) 100%


Pallacom  010.jpg

Sunday, March 27, 2011 (Nella foto a sinistra Emila Perri e sua figlia Antonella)
Continuiamo a proporre donne valide per il Comune che lavorano e sono parte del paese, ma noi non c'e' ne accorgiamo che abbiamo donne capaci e potrebbero cambiare il paese in meglio, una di questa e', Emila Perri, si, e' mia cugina, ne sono orgoglioso, cio' non implica il fatto che una come Emilia possa svolgere un lavoro di consigliera ad un Comune, che visto la situazione odierna anche se mandassimo il peggior pallagorese sicuramente farebbe di piu'. Quindi non poniamo cavilli di nessun genere, nel senso e' tua cugina, e' una donna, e cosi via. Emilia Perri e' molto stimata in paese anche perche' e' stata in contatto con tutte le famiglie del paese a meno che non abbiano avuto figli o nipoti e questo mi sembra inverosimile. Propio il suo lavoro di Maestra di vita nei primi giorni per i bambini e' un fatto molto importante, io sono dell'opinione che se un bambino vive quest'esperienza dell'asilo bene si trovera' bene  nel mondo della scuola, altrimenti zoppichera'. Da piccolo io ricordo un grave episodio accadutomi, cioe' che durante il mio "Asilo" allora la maestra una figlia del defunto don Tommaso Felice ( i don dimostrano la pezzenteria a cui il paese e' stato assoggettato) mi pare si chiamesse Teresa, un giorno ricordo l'aula era quella casa a fianco la Chiesa Madre da dove si vede una veduta della "Timba i Gampsi", ci disse che chi non avrebbe imparato una strofa di poesia, l'ho avrebbe rinchiuso tutta la notte in uno sgabuzzino sottostante la scala, ebbene quella minaccia mi terrorizzo' al punto che non potevo impare quella maledetta strofa, successe che la mattina puntualmente prima di sederci ci disse cosa ci sarebbe capitato, cosi io fuggi dalla classe e scappai a casa che distava un trecento metri, e dopo un pezzo venne Lei a casa mia, e mentre io raccontavo la minaccia ai miei, Lei mi contradisse dicendo che avevo immaginato il tutto. Possiamo anche riderci adesso, ma se ognuno di voi fosse nella mia situazione, avrebbe reaggito allo stesso modo. Ma quello che fece piu' male e' che i miei genitori dettero credito alla Maestrucola e presi anche i loro rimproveri, insomma caddi dalla padella alla brace. Tornando ad Emilia, per quelli che la conoscono, sanno che non farebbe male neanche ad un moscherino, direbbe lasciamolo vivere fa parte della natura, per quelli che non la conoscono possono stare certi che Lei ha una certa integrita' morale che i nostri politici se la sognano, ha un modo gentile di comunicare e rispettare le cose che quasi quasi passano innorservati se non erro i quaranta anni di lavoro nell'asilo. Mentre i dirigenti di turno si pavoneggiano, e prendono il triplo di stipendio, solo perche' hanno avuto quel concorso vinto. Ed in Italia sappiamo tutti come si vingono i concorsi, a botta di raccomandazioone e di spinte, la meritocrazia si fa strabenedire, ecco il marcio dove sta' in Italia. E' ovvio che quelli che si fanno strada leccando a destra a sinistra, lo vogliono anche da chi capita sotto di loro, e questa litania non finisce mai. Cosi in politica, e cosi dappertutto. Quando ho avuto tempo di sentire Emilia appunto mi ha sempre parlato bene di tutto e tutti, ma daccordo che in paese si puo' fare di piu', allora se questo e' vero facciamolo fare a chi vive e sa il disaggio delle donne pallagoresi.Eugenio Perri.
Gradiresti Emila Perri al nuovo Consiglio Comunale?
SI (2) 28%
NO (1) 14%
No se fossi in paese (0) 0%
Si se fossi in paese (4) 57%

total.votes (7) 100%


Palaelezioni4.jpg

Rita Gentile

Thursday, March 10, 2011
Questa settimana dove accade anche la festa delle donne,a cui faccio tanti augui, la dedichiamo ad un'altra possibile candidata non solo come consigliere ma anche come sindaco,ripeto qui proponiamo poi a decidere siete voi votanti almeno sul sondaggio. Questa signora si chiama Rita Gentile, conosciuta da tutti per aver lavorato nel mondo della scuola, e' una di quelle donne che ha lavorato e continua a farlo senza fare tanta fanfara come facciamo noi maschietti, e si perche' spesso noi Pallagoresi dimentichiamo che se un'uomo ha successo non solo lo deve alla sua bravura ma anche al supporto femminile che arriva dalla mamma o dalla sposa, e proprio grazie a queste figure femminili che sono importanti ma spesso restano all'ombra dell'uomo. Se facciamo uno sguardo nel passato nel nostro paesino, basta vedere i ruoli importanti sono stati sempre degli uomini, dal sindaco, al medico,all'avvocato. Le donne che ora celebrano la loro festa in paese avevano spazio solo nelle scuole come maestre, ruolo svolto egreggiamente ma penalizzato appunto da questa mentalita' che tutto va gestito dai maschi. A rompere questa dominanza maschile nei tre paesi albofoni e' stato Carfizzi che secondo me e' il paese piu accelerato verso il futuro, infatti e' l'unico paese che ha abbracciato il wifi pubblico constatato da me di persona l'anno scorso c'era il segnale ma ancora non l'accesso al web dalla loro piazza. Invece a Pallagorio tutti i  nostri fanfaroni si fanno i gruppetti per passeggiare per il corso criticando questo e quello," Ma ki cush ost? Cur vemi na' ia' stomi...." e poi non fanno un bel niente. Per questo motivo cambiamo direzione, mandiamo al Comune le donne come Rita Gentile, che di questi "fanfaroni"  che poi alla fin fine vogliono solo esibirsi ne siamo stufi, anzi stracotti. I nostri "fanfaroni" sono solo buoni a predicare e convincere quelli del gruppetto che poi sparge la parola pian piano a macchia d'olio nel paese, ma ripeto predicare e' una cosa agire e prendere iniziative a migliorale la situazione locale e' un'altra cosa. Il guaio e' che siamo una comunita' molto piccola e spesso non si fa niente perche' si ledono gli interessi del parente o amico, non capiscono chela gente emigra, e l'emigrazione porta scompenso non solo economico ma piu' di tutto un vuoto anagrafico, che tutte le politiche del mondo nopn valgono niente se poi non' c'e' nessuno in paese. Rita Gentile e' li', ha i figli all'Universita' e sa che i giovani in paese non hanno futuro, quindi aggirebbe in tal senso cioe' fare in modo che qualche giovane rimanga al paese, ed anche per i nostri anziani che vivono si in un paese bello e calmo, ma al di la', questo comune sembra abbandonato da tutti. Spero che Rita come tutti quelli che proponiamo non me ne abbiano, anzi se legge mi faccia sapere il suo punto di vista che ci farebbe tanto piacere. Come dice un nostro adaggio - Tirato in ballo! Allora balla!" - Allora balliamo prima di queste elezioni. E.Perri

Gradiresti Rita Gentile al nuovo Consiglio Comunale?
SI (2) 6%
NO (22) 70%
No se fossi in paese (2) 6%
Si se fossi in paese (5) 16%

Total Votes (31) 100%


riguad15.JPG

Panzarella Rosetta

Thursday, February 24, 2011 (Non ho foto, ma se qualcuno l'avesse farebbe cosa gradita inviarla)
Oggi proponiamo l'insegnante Panzarella Rosetta che abita sul corso Vittorio Emanuele vicino all'architetto Luigi Gambardella per interderci. La conosco di vista quindi ma so che e' un'insegnante e che si prodica in tante iniziative specialmente che riguardano la cultura Albanese, se non erro mi pare che abbia redatto un piccolo dizionario di questa lingua, che in paese solo parliamo e non scriviamo. Debbo dire che Rosetta prima di sposarsi viveva nella mia zona denominata Valla vicino alla Chiesa Madre ha dei fratelli molto stimati in paese. Quasi quasi so piu' di suo padre che lo chiamavano Mast Peppin, era un maetro dell'arte meccanica,anche se veniva nella categoria dei fabbri, lui insieme a Mast Linardo erano i cardini del paese in qualsiasi cosa meccanica da riparare o costruire. Buon'anima Mast Peppin lo ricordo bene anzi mi e' rimasta impressa la sua ultima camminata, di sera dopo cena soleva uscire di casa e fare una passeggiata serale andare al Muraiuno vicino alla curva di Vicenzino o alla Santa Filomena, e quella sera, ci salutammo io ero giovane e ricordo questo particolare inquanto ero ingessato e stavo vicino casa e lui passava da li,dopo mezz'ora la notizia che mori per un malore mentre faceva quella passeggiata fece il giro del paese in un baleno e tutti increduli. Dico questo per dire che Rosetta appartiene ad una famiglia perbene del paese cosi ricordo anche la buon'anima di sua madre Parmarosa,una donna coni capelli tutti bianchi e sempre sorridente. Dico questo per dare un contorno di cronaca o storia locale ai giovani di ora. La signora Panzarella Rosetta e' sposata con il prof. Demasi ,matematico. Nel 2009 in uno dei miei viaggi una sera mentre tornavo a casa, Enzo Iovine suonava con la chitarra davanti al bar, e c'era un suo amico che poi con sorpresa mi ha parlato in inglese e' un figlio di Rosetta che lavora come ingegnere.Quando partii dal paese erano ragazzetti ora invece sono giovani maturi che lavorano.Dunque come potete constatare ho detto piu' della famiglia Panzarella, ma credo che la Sig.ra Rosetta potra' dare un contributo enorme al Comune sia come consigliere e sia come Sindaco, non so se ha il tempo da dedicare in questa direzione, ma noi pallagoresi dobbiamo porre all'attenzione persone capaci e colte che potrebbero fare di piu' se messe alla guida di una barca (Comune) che naviga a vista e senza rotta.Eugenio Perri.
Gradiresti Rosetta Panzarella al nuovo Consiglio Comunale?
SI (32) 39%
NO (45) 55%
No se fossi in paese (0) 0%
Si se fossi in paese (4) 4%

Total Votes (81) 100%





pallacom1001.JPG

Carmelina Sotiro

Saturday, February 12, 2011 ( Non ho foto di Carmelina Sotiro ma se qualcuno l'avesse farebbe cosa gradita spedirla cosi la mettiamo qui.)
Questa settimana poniamo all'attenzione la prima donna di una serie, che risiedono a Pallagorio. Io personalmente conosco Carmelina dopo aver lavorato circa un'anno insieme nel 1989 esattamente durante quel proggetto che ha denominato tutte le vie del paese. Era tra l'altro l'anno in cui radio Parsek  funzionana quasi automaticamente prima di spegnersi nell'Ottobre del 1989 con la mia partenza,  il  7 Novembre e non dissi niente a nessuno, nemmeno alle colleghe e colleghi di lavoro, mi pareva che ogni volta che dicevo a qualcuno la data poi slittava per ragioni varie, infatti dovevo partire a Maggio, e poi invece slittai la partenza a Novembre. Carmelina insieme a Caterina Pellegrino a Carmelina Panebianco (figlia di Micuzzo ex calzolaio) e  Maria Proto erano le ragazze di quel gruppo di lavoro, naturalmente anche altri amici. Il fatto che propongo all'attenzione Carmelina Sotiro, perche' e' una delle poche donne che lavora e vive a Pallagorio, colta, preparata sensibile e molto amichevole, tutte doti che solo chi la conosce puo' affermare insieme a me, appunto ci vorrebbero delle donne come lei al Comune che lavorano  silenziosamente e hanno a cuore il paese tanto da farne la residenza. Invece pare che a Pallagorio, ripeto sempre,  che dobbiamo proporre gente nuova, sangue fresco che porti ossigeno a questo Comune comatoso, e' inutile che la gente che gia' s'e' accomodata in quelle poltrone, vuole farci ritorno, a Palla pare che abbiamo la tradizione che ci facciamo appannare gli occhi dalla realta', molti non sanno che si mette gente nella lista civica o politica in base al parentato, se non ha parenti assai niente, come se il Comune fosse rappresentato da tribu'. Anche i segretari di partito, che poi alla fin fine hanno le mani legate, si assoggettano a chi veramente decide la lista. Carmelina Sotiro, a parte i parenti che non saprei se rappresentato un nutrito gruppo, ha la capacita' di far migliorare la situazione di oggi e portare la rappresentanza femminile ad un paese, che a volte leggendo solo articoli sul Crotonese di soli maschi, Palla sembra un comune dell'Iran, che dipende dall'Aiatolla'  di turno. Vediamo se il vostro gradimento coincide con il mio!
Eugenio Perri..
Futuri candidati al nuovo Consiglio Comunale? Gradiresti Carmelina Sotiro al nuovo Consiglio Comunale?
SI (73) 86%
NO (3) 3%
No se fossi in paese (0) 0%
Si se fossi in paese (8) 9%

Total Votes (84) 100%



Michele Abbate

micheleabate.jpg


Tuesday, February 1, 2011
-Perché non proponiamo il vostro collaboratore Michele Abate come consigliere comunale?-
La
risposta e Si, e prendiamo la palla al volo, anche se chi ha lasciato
questo messaggio sull' area Brevi Messaggi non si firma. Comunque ci fá
molto piacere che la "proposta" avvenga da parte vostra almeno, e non
sia soltanto mia. Di Michele Abbate, posso dirvi, che e' la persona
adatta non solo a fare il consigliere ma anche il sindaco anche se
giovanissimo, questa e' la mia opinione poi voi potete contrastarla, ma
la mia tesi e che Michele, anche se adesso sta attraversando un periodo
brutto della vita per la perdita di sua mamma  Teresa , Michele e' un
giovane schietto con valori e serieta' da non inviadiare nessuno.
Attualmente studia a Cosenza, quindi sa cosa significa essere
studente,ma sa anche cosa significa essere un Pallagorese con idee
chiare capisce i senza lavoro. Dagli aggiornamenti avuti da Gufotriste
ho capito che ha provato a concorrere al Comune anche allo Sportello
unico Albanese, vinto da Ettore Bonanno, ma lui Michele ha provato, e
questo significa che ci tiene al paese piu' di tanti che si fanno belli
agli occhi del pubblico, ma poi dal paese voglio succhiare tutto anche
il futuro. Michele Abbate, se fosse eletto sicuramente cambierebbe
questo mortorio di paese che fa comodo a quelli di cui ne beneficiano,
anzi voglio essere provocatore suggerisco a Michele di fare una lista
sua con giovani della sua eta', anche per dare un'alternativa ai due
poli di Sinistra e Destra. Si, Michele li'  a Cosenza siete tanti tra
ragazzi e ragazze organizza una lista civica e vai, che almeno
raccoglierai il consenso di molti. Come gia' ho detto, cerchero'di
essere presente in questa tornata elettorale ed attivarmi in tal senso
trasmettendo in diretta web cosa succede in paese. 5 anni sono lunghi da
passare, specialmente se poi si fa poco o nulla, in altri Comuni d'
Ítalia se avessero avuto un' amministrazione come quella di Pallagorio,
la gente avrebbe fatto come stanno facendo in Egitto per mandare a casa
Mubarach che succhia la ricchezza del paese delle Piramidi da 30 anni.
Li in Egitto céra il turismo, invece a Palla, tranne gli emigrati che
fanno ritorno ad Agosto, di turismo neanche l' ombra. Se non fosse per
gli emigrati Toscani che portano qualche amico, e qualche pallagorese
locale che ha amici nella provincia Palla sarebbe un paese ombra.
Michele Abbate questo lo sa, sa anche che noi pallagoresi siamo facili
da far convogliare i voti su qualche personaggio che gli interessa la
poltrona del Comune solo per beneficiarne personalmente e sistemare
qualche delfino portaborse. E' inutile usare stratagemmi di titoli, o
capacita' varie, quando sappiamo benissimo che per guidare un Comune
nella direzione giusta basta solo il buon senso e fare línteresse della
popolazione e non quella personale. Eppure Michele sa l' accanimento che
alcuni hanno verso quelle poltrone, e come sederesi nel tempio di
Giove, e vedere la popolazione come semplici mortali solo buoni a pagare
le tasse comunali.Concludendo voglio solo aggiungere chiunque andrá a
sedersi in quelle poltrone sicuramente fara' meglio dell'attuale
amministrazione, chiunque verra' eletto sará accorto ed attento ai
desideri della popolazione che poi in fin dei conti rappresenta la
comunitá. Speriamo che Michele riceva tanti consensi sul nostro
sondaggio da noi avrá totale appoggio. E.P.
Gradiresti Michele Abbate al nuovo Consiglio Comunale?
SI (43) 81%
NO (2) 3%
No se fossi in paese (1) 1%
Si se fossi in paese (7) 13%

Total Votes (53) 100%



Peta Gianni

Michele&Gianni_pallacom.JPG

Monday, January 24, 2011
Questa settimana vi proponiamo al sondaggio il sig. Peta Gianni, che appartiene alla classe 1950, e tutti lo conosciamo. Gianni e' un personaggio tipico di Pallagorio, che l'ho ha rappresentato a suo tempo giocando nella squadra locale, poi come tutti i giovani che danno il supporto calcistico, arrivano impegni di lavoro e si abbandona il paese. Gianni tutt'ora impiegato con una nota azienda italiana, ha lavorato prima in Lombardia poi non appena ha potuto s'e' trasferito con la sua famiglia a Crotone con il lavoro, ma risiede a Pallagorio. E' uno di quei pendolari che fa da spola Pallagorio e Crotone via Zinga. Vivendo a Pallagorio in una passeggiata mi disse:" Sai prima il pese era popoloso e tutti volevano partire, poi ritornare e lavorare qui era quasi un miraggio, adesso con un paese spopolato vivere qui e' dura, non hai servizi base, devi sperare di vivere in caso di emergenza ad arrivare in tempo all'ospedale, poi internet una chimera, e poi Ge, d'Inverno altre ai soliti bar, una desolazione totale....." Meno male che Michele Giudicissi che vive in loco possono passeggiare  e consolarsi a vicenda. Eppure Gianni e sua moglie fanno tanti sacrifici per manteneri i figli allo studio. Sicuramente se eletto darebbe il suo contributo per il paese, e certamente non si farebbe influenzare da suo cognato Loreto che lavora al Comune.Gianni Peta ha vissuto sulle spalle anche l'emigrazione  conosce il paese ed i suoi problemi benissimo, come ex sportivo farebbe tanto in questa direzione, magari attivando quelle strutture sportive che a volte vengono abbandonate, e gia' il fatto che va e viene dalla Provincia, porterebbe al nostro paesino quelle novita' che gioverebbero al paese. Sono sicuro che ricevera' molti consensi da destra e da sinistra. Eugenio Perri.
Gradiresti Gianni Peta al nuovo Consiglio Comunale?
SI (0) 0%
NO (26) 92%
No se fossi in paese (0) 0%
Si se fossi in paese (2) 7%

Total Votes (28) 100%


Ettore Pontieri

ettorep.jpg.jpg

Sunday, January 16, 2011
Iincominciamo anche in questo nuovo anno 2011 la proposta di nuovi candidati al  nuovo Consiglio Comunale di Pallagorio. Questa settimana proponiamo il giovane Ettore Pontieri, che io conosco solo di vista e ci salutiamo a vicenda, pero' mi sembra un'ottima persona istruita essendo gia' laureato non so in cosa, ma pare che vive insieme al padre avendo perso la madre anche lui in giovane eta'. Debbo dire che l'ho ascoltato durante la sua presentazione del libro di Domenico Medea "Le promesse non muoino mai" nel 2009,  Ettorino mi e' sembrato molto preparato e piacevole ad ascoltare, quindi credo che abbia le carte in regola di essere candidato per il Comune,anche se figlio di un ex sindaco, Ettore avra' un'ottica piu' moderna delle cose, e capisce le esigenze dei giovani anche perche' vi abita in paese almeno per quanto ne sappia. Debbo sottileneare il fatto che nella mia carrellata di proponimenti, non mi interessa la loro appartenenza politica, possono anche essere del parrtito Giallo, io vedo le persone e le loro capacita'. Ettorino e' una persona perbene e rispettosa verso di tutti, saulta indistintamente tutti, e poi e' un giovane sensibile e sfortunato per aver perso la sua mamma in giovane eta', solo questo fatto l'ho motivera' piu' di altre cose per operarsi per il bene del paese, perche' li vi e' sepolta la sua mamma, ed il paese a volte e' come una Mamma, che ti accoglie e ti consola quando hai bisogno. Spero che voi Pallagoresi sparsi nel mondo condividiate le mie vedute, altrimenti scrivete ed obbiettate perche' non ho problemi a pubblicare altre vedute diverse dalle mie, purche' mirano al bene comune.Allontaniamo quei serpenti neri o quei sciacalli che non farebbero bene per loro stessi, figuratevi per il paese.Questo me lo diceva un vegliardo contadino le sue parole in albanese "Nink ian mir pa a te stessi, penzar pe gorin, cta rimitara",  spero di aver dato l'idea giusta, io da qui in Australia non ci guadagno un cazzo! Tanto per essere chiari, ma non voglio vedere gente inetta che si pavoneggia alle spalle dei poveri contadini. Andassero a pavoneggiarsi a casa loro o nei loro impieghi se c'e' l'hanno, tutti quelli che vi sono andati al Comune l'ho hanno fatto per il loro comodo, altrimenti non si spiega il fatto che siamo o quasi  l'ultimo paese della provincia. Percio' Ettorino se verrai eletto ricordati di lasciare una traccia solida, che tutti possiamo vedere ed apprezzare. Eugenio Perri

Futuri candidati al nuovo Consiglio Comunale? Gradiresti Ettore Pontieri al nuovo Consiglio Comunale?
SI (4) 10%
No (20) 54%
NO se fossi a Pallagorio (6) 16%
SI se fossi a Pallagorio (7) 18%

Total Votes (37) 100%



estat47.JPG

Leo Medea

 Il candidato che vi proponiamo in questa settimana prenatalizia e'  Leo Medea nato  e crescuto a Pallagorio, che ora risiede in Toscana dove insegna alle elemtari. Qualcuno maligno potrebbe dire, per forza proponi i tuoi amici, a questi rispondo che se  miei amici sono capaci perche' lasciarli da parte, ma prima di parlare un po' di Leo, qualcuno nell'area messaggi non firmandosi mi propone di fare io il Sindaco a Pallagorio, come se avessi il potere dell'ubiquita', e poi ancora ho impegni di lavoro qui dove risiedo, ma gli rispondo che non avrei paura e sicuramente farei del mio possibile affinche' le cose migliorassero, come lo sto faccendo con questa mia idea di scandagliare tra i pallagoresi con mesi in anticipo prima di andare alle votazioni. Ora fatemi dire cosa penso di Leo, che e' uno dei pochi amici rimasti come tali, cosi  ci vogliamo sempre bene anche se abbiamo vedute diverse sul panorama politico Italiano, lui , Leo di Sinistra ora anche tesserato io invece sono per quei politici che portano progresso, una volta tifavo anche per Berlusconi nel suo primo governo prima che Bossi lo fece cadere, ora invece lo trovo senza iniziative a risolvere i soliti problemi dell'Italia, perche' Berlusconi e' egocentrico e monotono con gli stessi parlamentari. Leo invece e' fedele alla Sinistra anche se essa alla fin fine non gli dara' niente in cambio, come tutti queli che vi militano. Immaginate un mondo piatto, dove tutti siamo gli stessi, per principio non mi va, ma sicuramente a quelli che vogliono che tutti siamo uguali va bene. Leo Medea, a parte la sua adesione palese alla Sinistra, a parte il suo bagaglio culturale, e' uno che conosce vita e miracoli del paese, infatti quando ci vediamo nei miei viaggi in paese, passiamo molte sere insieme, io ascolto i suoi aggiornamenti su tutto,lo sport, politica, discuni, corna locali, playboy, insomma tutto quello che si muove in paese, e' archiviato nel cervello di Leo, pertanto avere un'archivio mobile non guasta, specialmente se lo propongo come uno di quelli che dovrebbe rappresentare gli immigrati. Leo non solo conosce la gente locale benissimo, ma anche quelli di fuori, in tutte le regioni d'Italia c'e' un suo amico. Insegna in Toscana, perche' la Calabria e' satura di insegnanti, ma sicuramente accetterebbe di tornare giu' e sono sicuro che se nell'ipotesi che fosse eletto, non mancherebbe a nessun consiglio Comunale, come invece altri locali che stanno li, e poi non si presentano quando bisogna approvale il bilancio, addirittura con carica di Assessore. Ma vi chiedete un po' a che livelli stiamo a Pallagorio, il Sindaco lavora e vive a Torre Melissa, il vicesindaco fa il vice e il sostituto del Sindaco, gli assessori li conoscete meglio di me. Ma dico io perche' non andate a casa e fate venire un Commisario, certamente vi risparmiate le ultime sedute delle sedie comunali, e dovreste camminare per le strade e vie del paese che sono deserte e domandatevi, ma che cosa ho fatto io per far tornare qualcuno che e' dovuto partire?. Leo Medea, non solo protrebbe fare il consigliere o l'assessore meglio di chi vi sta ora, ma potrebbe fare anche il sindaco meglio dell'attuale. Medea e' uno di noi figli di contadini, e non se lo scorda se va su', come Primo Cittadino, Medea comunica con tutti i bambini, giovani, vecchi, adulti e' uno che anche se non ha la Laurea ha Cultura da vendere a quelli che c'e' l'hanno. Leo sindaco o consigliere degli emigranti, darebbe di piu' allo sport adoperandosi in questo senso, darebbe di piu' agli anziani perche' capisce il problema con genitori che vivono questa realta', darebbe di piu' per la Cultura Albanese di cui ne e' un promotore, darebbe di piu' per il turismo e proggetti in tal senso, darebbe di piu' a questa Pallagorio che non fa piu' numero nella provincia Crotonese. Quindi vi invito a votarlo cosi lui stesso se ne rendera' conto che noi tutti lo amiamo.
Eugenio Perri

Futuri candidati al nuovo Consiglio Comunale? Gradiresti Leo Medea al nuovo Consiglio Comunale?
SI (9) 47%
NO (2) 10%
Non lo voterei se fossi a Pallagorio (1) 5%
Si lo voterei se fossi a Pallagorio (7) 36%

Total Votes (19) 100


estate 06-138.JPG

Allevato Giuseppe

 Ecco un'altro canditato che ha le carte in regola per rappresentarci in Comune nella nuova amministrazione. Avendo superato i tre criteri, vorrei porvi alla vostra attenzione quello che io penso di Giuseppe Allevato, debbo aggiungere che ho avuto modo di conoscerlo di piu' quest'anno nel mio triste viaggio per mia madre. Parlando del piu' e del meno e toccando diversi punti, ho capito che Giuseppe Allevato e' un Pallagorese vero, nel senso che ha deciso di stare in paese in mezzo alla sua gente, quando poteva stare in altre parti d'Italia piu' comode, lui ha scelto Pallagorio perche' ci tiene al paese e li che vi spende piu' tempo. Vive nella zona bassa del paese chiamata Valla, che poi pare che sia uno dei quartieri piu' antichi del paese ed una volta il piu' popoloso, adesso attualmente pare che molti siano emigrati, ma lui Giuseppe abitando nel cuore della Valla, si fa sentire e vedere ogni giono. In gioventu'  Giuseppe Allevato ha lavorato in Germania insieme al fratello Salvatore, adesso in pensione sta in paese e nota come tanti altri l'indifferenza di molti Pallagoresi specie quelli che possono e non muovono un dito per migliorare le cose. Lui assomiglia ad una rondine che ha il nido proprio nel suo garage ed ogni anno vi ritorna a schiudere le uova della nuova covata. Gli dissi per vedere e testare il suo amore per la natura" Giuse' ma distruggi quel nido cosi non avrai il via vai dentro il tuo garage da queste rondini"     -"Scherzi io tocco il loro nido, e perche' mai cosa hanno fatto di male? Anzi mi fanno compagnia ed abbeliscono il paese!" Da questa trasparenza per l'amore della natura che si riflette nelle rondini cosi Giuseppe l'ha per tutta la selvaggina, anche lui non e' daccordo sulla caccia che stermina la natura per il piacere di premere un grilletto di un fucile. Non solo manca la gente in paese ma vedere che ci stanno pochi uccelli in giro bisogna chiedersi il perche'? Giuseppe Allevato e' uno che ha viggiato tanto, ha toccato le Americhe ed ha visto diverse culture, questo gli servirebbe se venisse eletto come bagaglio per capovolgere   questa tendenza del paese di emigrazione. Emigrazione significa impoverire il luogo dove sei nato, ma questo molti di chi ci amministra ora ed amministrato in passato non l'ho hanno capito, anzi gioivano vedendo i treni per la Germania, pensando " Cosi restiamo noi qui a fare da leoni". Anche in questo pensiero frivolo, hanno sottovalutato la capacita' dei Pallagoresi che uscendo dalla miseria locale si sono fatti valere, hanno fatto casa ed avuto un tenore di vita dignitoso, e molti di essi hanno ditte fuori che impiegano gente. Ebbene Giuseppe tutto questo lo sa bene perche' ci conosce tutti, perche' ci vede ogni anno e si arrabbia tanto quando vede il nostro paese che non funziona e le tasse aumentare. Sicuramente se eletto darebbe il suo contributo, per migliorare il paese. Spero che qualcuno stampi questo mio scritto e lo passi all'interessato cosi almeno si preparera' psicologicamente di sedere non alla panchina di ferro, ma ad una di quelle poltrone del comune, sicuramente molto piu' comode. Eugenio Perri 
P.S. Chiarimento  i candidati non sanno di essere  menzionati su Pallacom e' una sorpresa anche per loro stessi.

Futuri candidati al nuovo Consiglio Comunale? Gradiresti Giuseppe Allevato al nuovo Consiglio Comunale?
SI (7) 36%
NO (5) 26%
Non lo voterei se fossi li (2) 10%
Lo voterei se fossi li (5) 26%

Total Votes (19) 100%


Picture 024.jpg

Guido Balsamo

28 November, 2010
Oggi vi propongo il secondo candidato,
in base a tre criteri essenziali per essere scelto.

Il primo -  Aver scelto Pallagorio come residenza o come
base d’ appoggio durante la vita.

11- Essere a contatto con la
gente locale del
paese e disponibile a comunicare con essa.

111- Non essere mai stato
eletto a rappresentare la cittadinanza in Comune.

Questi sopraelencati sono I
tre criteri che ogni candidato che io propongo debba attenersi, altrimenti non
proponibile. Questa Domenica di fine Novembre 2010 ,giorno  28, vi propongo alla vostra attenzione un
Pallagorese, discreto per carattere, molto serio e professionista che ha
contatto diretto con la cittadinanza. Si tratta di Balsamo Guido medico di
professione, quindi a contatto con tutti e facendo I turni alla guardia medica
conosce le persone direttamente,  Guido
Balsamo tra un turno e l’altro porrebbe all’attenzione del commune quail sono I
veri problemi dei malati e degli anziani che vi abitano, forse si potrebbe
usare in tal senso anche la struttura degli 
Anziani che vogliono vendere gli attuali amministratori prima di
mandarli a casa.

In base al primo criterio
pienamente allineato, il medico Guido Balsamo potrebbe lavorare altrove, invece
ha scelto Pallagorio, accontentantosi anche di fare la guardia medica, allora
gia’ per questo andrebbe riconosciuta la sua candidatura..

Secondo criterio, chi meglio
di un medico conosce la gente?. Non soltanto dal lato umano ma anche
professionista sapere chi e’ sano di mente oggi e’ molto importante, e forse
Guido proporebbe la cura giusta al Commune che e’ malato da tutti I punti di
vista, economico, fisico e mettiamoci anche di umore.

Il terzo criterio per Guido
Balsamo, va a pennello, non e’ mai stato in Comune ha dei fratelli che sono
anche emigrati  e quindio conosce cosa
significa emigrare, ha una madre anziana, e se al Comune c’e’ gente che ha la
faccia tosta di farsi eleggere sempre e poi non facendo niente anzi accusando I
colleghi di non far niente, perche’ una volta per sempre non rompiamo questa
catena di San Antonio, allegoricamente sono devoto.

Ogni tanto calco la mano su
fatti che constato di persona, ma tornado al candidato di oggi, per far vedere
che siamo tutti stufi della solita minestra, vi prego di votare il vostro
gradimento a lato di questo articolo, non si vedra’ il vostro computer, solo il
vostro voto, perche’ fino  a Maggio o
Giugno ogni Domenica vi propongo una persona nuova che potrebbe cambiare il
paese da comatoso a energico e funzionante, io sono a 16.000 km di distanza, ma
ho tanti computer che si collegano a questo sito, molti dal paese, per non dire
persone votanti, e quindi e’ un atto responsabile da parte mia dare il Massimo
contributo, cosi sono certo lo daranno tanti che condividono la mia visione.
Per una Pallagorio Nuova vota I nuovi personaggi nel sondaggio a fianco e buona
Domenica.

Eugenio Perri l’Australiano.
Ecco il risultato del sondaggio nellárco di una settimana:
Gradiresti Guido Balsamo al nuovo Consiglio Comunale?
Si, lo votero'! (11) 73%
No, non lo votero'! (1) 6%
Non vado a votare! (2) 13%
Sono indeciso-a (1) 6%

Total Votes (15) 100%






Monday, November 22, 2010

  • Ecco uno, della rosa dei futuri candidati che io
    personalmente propongo quindi e penso gioveranno al Comune di Pallagorio,

    si chiama, Giovanni Forcinito di professione meccanico. Chi
    non lo conosce a Pallagorio scagli una pietra! Sicuro che nessuno potrebbe
    farlo, lo conoscono anche I forestieri di Verzino, Umbriatico, San Nicola,
    Carfizzi, Strongoli etc.

    Tutti noi lo conosciamo bene anche se un mio amico, penso
    che lo sia per molti pallagoresi. Punti a suo favore:

    1) Lavora a Pallagorio 365 giorni all’anno, reperibile in
    qualsiasi tempo e conosce I problemi locali.

     2) Ha contatto
    diretto con il pubblico, per il suo mestiere, ma anche per il suo carattere
    aperto con il pubblico e forestieri.

    3) Insieme al fratello possiedono una casetta al  Monte Pomillo, e Giovanni sa benisssimo che in
    questa direzione al Monte Pomillo dovremmo dare piu’ attenzione e sviluppo
    econimico e turistico. Abbiamo la Sila ad un chilometro, potremmo trasformare
    il nostro Monte come Cammigliatello, pensate I vantaggi economici?

    4)Si e’ prodigato sempre per il paese,non solo con la festa
    della Madonna del Carmine di cui e’ un devotissimo, ma anche portando nel suo
    ramo tecnologia o servizi che prima bisognava andare a Crotone. Nella sua
    autofficina a volte si discutono I problem del paese, con gli stessi cittadini
    e qualche forestiero. Il suo lavoro gli permette di sentire il malcontento
    della gente la frustrazione dei turisti ad Agosto che trovano molte cose in
    abbandono totale.

    5)In un mio colloquio con lui sul collegamento veloce di
    Pallagorio Crotone, anche se abbiamo vedute diverse, lui sostiene la via verso
    Patamo’, io quella verso Coracciti, ma in ogni caso si adoperera’ per una
    strada veloce verso Crotone. Questo proggetto fattibile anche se il Comune
    dovesse spendere tutte le energie in questa direzione, a lungo termine avremmo
    dei vantaggi che lascio a voi immaginare, risparmiare 20 minuti per andare a
    Crotone, significherebbe toglierci dall’isolamento in cui ora siamo, ed aprire
    le porte non solo ai turisti della provincial, ma da essa arrivare gente che
    apprezzerebbe il modo di vita del paesino, ed investirebbero sugli immobili che
    sono per la maggiore inusati ed in vendita.

    Punti Negativi- Nessuno che io sappia, ma come ho gia detto qualcuno
    di voi potrebbe citarne o aggiungerene uno se lo trovaste, tra I positivi o negativi.

    A tutti voi lettori di Pallacom, che poi di riflesso vi
    propagate al paesino vi chiedo di esaminare ogni personaggio che io proporro’,
    il fine e’ di avere persone nuove al Comune e rompere la tradizione politica di
    portare solo quelli della lista, ma piu’ di tutto portare persone fresche mai
    entrate in Comune ed evitare I soliti tromboni.


    Eugenio Perri.


estate 06-152.JPG

Giovanni Forcinito



Futuri candidati al nuovo Consiglio Comunale? Gradiresti Giovanni Forcinito al nuovo Consiglio Comunale?
SI (9) 42%
No (11) 52%
Non Voto (1) 4%
Sono Indiferente (0) 0%

Total Votes (21) 100%


Ecco uno, della rosa dei futuri candidati che io
personalmente propongo quindi e penso gioveranno al Comune di Pallagorio,

si chiama, Giovanni Forcinito di professione meccanico. Chi
non lo conosce a Pallagorio scagli una pietra! Sicuro che nessuno potrebbe
farlo, lo conoscono anche I forestieri di Verzino, Umbriatico, San Nicola,
Carfizzi, Strongoli etc.

Tutti noi lo conosciamo bene anche se un mio amico, penso
che lo sia per molti pallagoresi. Punti a suo favore:

1) Lavora a Pallagorio 365 giorni all’anno, reperibile in
qualsiasi tempo e conosce I problemi locali.

 2) Ha contatto
diretto con il pubblico, per il suo mestiere, ma anche per il suo carattere
aperto con il pubblico e forestieri.

3) Insieme al fratello possiedono una casetta al  Monte Pomillo, e Giovanni sa benisssimo che in
questa direzione al Monte Pomillo dovremmo dare piu’ attenzione e sviluppo
econimico e turistico. Abbiamo la Sila ad un chilometro, potremmo trasformare
il nostro Monte come Cammigliatello, pensate I vantaggi economici?

4)Si e’ prodigato sempre per il paese,non solo con la festa
della Madonna del Carmine di cui e’ un devotissimo, ma anche portando nel suo
ramo tecnologia o servizi che prima bisognava andare a Crotone. Nella sua
autofficina a volte si discutono I problem del paese, con gli stessi cittadini
e qualche forestiero. Il suo lavoro gli permette di sentire il malcontento
della gente la frustrazione dei turisti ad Agosto che trovano molte cose in
abbandono totale.

5)In un mio colloquio con lui sul collegamento veloce di
Pallagorio Crotone, anche se abbiamo vedute diverse, lui sostiene la via verso
Patamo’, io quella verso Coracciti, ma in ogni caso si adoperera’ per una
strada veloce verso Crotone. Questo proggetto fattibile anche se il Comune
dovesse spendere tutte le energie in questa direzione, a lungo termine avremmo
dei vantaggi che lascio a voi immaginare, risparmiare 20 minuti per andare a
Crotone, significherebbe toglierci dall’isolamento in cui ora siamo, ed aprire
le porte non solo ai turisti della provincial, ma da essa arrivare gente che
apprezzerebbe il modo di vita del paesino, ed investirebbero sugli immobili che
sono per la maggiore inusati ed in vendita.

Punti Negativi- Nessuno che io sappia, ma come ho gia detto qualcuno
di voi potrebbe citarne o aggiungerene uno se lo trovaste, tra I positivi o negativi.

A tutti voi lettori di Pallacom, che poi di riflesso vi
propagate al paesino vi chiedo di esaminare ogni personaggio che io proporro’,
il fine e’ di avere persone nuove al Comune e rompere la tradizione politica di
portare solo quelli della lista, ma piu’ di tutto portare persone fresche mai
entrate in Comune ed evitare I soliti tromboni.


Eugenio Perri.

e.perri.pallacom.jpg

A me andrebbe bene anche uno Gufotriste come sindaco!

Wednesday, November 10, 2010

Scusami gufo triste xkè non ti candidi tu come sindaco?
Mi sembri una persona con sani principi..... e forse daresti una bella svolta al nostro paesello in rovina...Carmela Araco messaggio inviato il primo Novembre.
Prendo spunto da questo suggerimento che Carmela da a Gufotriste per esprimere il mio pensiero, ne approfitto anche per chiarire ad un certo Osservatore Solitario che scrive sui messaggi e mi chiede se conosco Gufotriste, ebbene no! Chiaro e tondo, pero' ne conosco la sua e.Mail,  e quello che piu' interessa a me e credo a voi tutti, sia il suo contributo di informarci sulle vicende del paese. Naturalmente ho dei sospetti su due persone che rispecchiano la mia fantasia di chi possa essere, ma potrei sbagliarmi di sicuro, sono certo che appartiene alla classe 1950, mentre io appartengo a quella del 60. In tutti i modi certo che appoggerei uno simpatico da come scrive ,come Gufotriste, peggio di come siamo messi ora non potremmo andare giu', anzi sarebbe meglio che io metessi in evidenza alcuni principi che ritengo indispensabili siano per un buon e futuro sindaco. Secondo me il futuro sindaco deve stare in paese almeno 80 per cento del tempo della giornata, e non fuori e quando parlo di fuori mi riferisco anche al paese piu' vicino a Pallagorio esempio Zinga o Perticaro.Non dovra' avere molti parenti locali, altrimenti diventa il loro sindaco, questo mio principio dovrebbe essere adottato dalle sezioni locali, che invece pare che in lista appaiono sono quelli che  hanno un grosso parentato quindi voti sicuri.Terzo principio, il sindaco nuovo dovra' essere una persona nuova nel senso politico, cioe' non essere presente ora, ed in passato in nessuna carica consigliare.Il nuovo sindaco non dovra' dipendere da nessun segretario politico, o di sezione.
Se verrebbero usati questi criteri, forse potremmo avere un candidato che si adopererebbe per il paese, e non per l'amico, il parente o il prossimo parente, dimenticando di essere il sindaco di tutti i cittadini anche di quelli che non l'ho hanno votato o sostenuto.

Qualcuno di voi potrebbe dirmi:" allora fai i nomi...". Io avrei almeno cinque candidati tra cui il sesto anche il nostro Gufotriste, se passasse i criteri gia' menzionati. Sicuramente li proporro' in appresso ed allo stesso tempo faro' votare voi il vostro gradimento, come facciamo adesso per Gufotriste.
Dimenticavo,siamo aperti a qualsiasi idea buona o proposta, basta spedirla via e.mail e la pubblicheremo da queste pagine, quello che ci sta a cuore e la buona sorte del Pallagorio le cattive nuove le lasciamo alla morte che quest'anno sta vendemmiando senza tregua. Eugenio Perri. (Non scrivo sui messaggi e Blog, per rispettare lo spazio destinato a voi.)

Pallacom_provincia_umberto 03.jpg

Tuesday, June 23, 2009

Pallagorio- Il ballottaggio tra Ubaldo Schifino e Stanislao Zurlo candidati alla provincia di Crotone,  a Pallagorio il risultato e’ stato il seguente 301 voti per il primo e 421 voti per Zurlo, quindi raggiunge un consenso popolare il pallagorese Umberto Lorecchio con uno scarto di 120 voti. Vedendo  questi risultati elettorali anche se diretti alla provincia, dimostrano che molti Pallagoresi ormai sono stufi dei partiti e le loro segreterie che non si adeguano ai tempi. E’ finito il tempo in cui la gente vota il simbolo del partito, ora vota la persona che si propone con buoni auspici, vota la persona che puo’ fare qualcosa per quelli che lo sostengono. Il giovane Umberto Lorecchio, nelle votazioni comunali ha capito che per raccogliere voti o consenso bisogna seminare, ed in tre anni ha ribaltato l’ago della bilancia dei voti dalla parte sua. Quei 120 voti in piu’ provengono dalla scontentezza che molti elettori hanno toccato la realta’ dell’emigrazione, della disoccupazione, ma piu’ di tutto da quegli elettori che hanno capito che d’ora in poi bisogna puntare sulle capacita’ di una persona, dei buoni propositi, e della grinta di fare qualcosa in questa apatia in cui la provincial e’ caduta. Il giovane Umberto Lorecchio ha le carte in regola non solo per far sentire la voce dei Pallagoresi e le loro esigenze, ADSL (internet veloce), metano, brucellosi, disocupazione, strade piu’ efficienti etc, tutti problemi tangibili di chi abita in paese. A Pallagorio con la netta vittoria di Umberto Lorecchio si apre un nuovo capitolo, la speranza di vedere il nostro paese all’occhiello della provincial, ora diventa piu’ realta’, I  Pallagoresi che lo hanno votato in maggioranza, ora si aspettano che le promesse fatte siano mantenute, e finnalmente possiamo dire che con un nostro rappresentate alla provincia di Crotone, abbiamo un filo diretto nella stanza dei bottoni . Eugenio Perri

 

Altri risultati pervenuti sono; San Nicola dell’Alto Centro Sinistra 202, PDL 192

                                                Carfizzi 221Centro Sinistra, PDL 147


Friday, June 05, 2009

Cala anche il sipario politico nel paesino, nessuno dei candidati locali se la sente di fare comizi, in rispetto della morte prematura di Raffaelina Gentile.



Saturday, May 30, 2009


Inviatiamo tutti i candidati politici nel colleggio di Pallagorio, di inviare il loro programma, e di autointervistarsi, di spedire il tutto a AutoIntervista , una volta accertata l'esatta provenienza sara' pubblicata, per la foto contattare Eugenio. Pallagorio. com pubblica le interviste che rispecchiano il candidato politico, ma non impegnano in nessun modo questo sito.


Survey- Modello di invio opinioni senza e.Mail ! Pallagorio.com, pubblica e relega
all'autore la responsabilita' di quanto scritto.
--------------------------------------------
Titolo intervista
--------------------------------------------
Data  29 maggio 2009
--------------------------------------------
La tua opinione e' importante esprimila, verra' pubblicata se ritenuta adatta alla
divulgazione e non offensiva. Intervista a Giovanni Mazza

Prof. Giovanni Mazza, se non sbaglio, Lei è candidato nelle elezioni provinciali del 6-7
giugno nella lista denominata “Democratici e Riformisti”nel collegio di Pallagorio.
“Esatto”.
A quale gruppo politico appartiene?
La mia lista è espressione diretta del segretario provinciale del P.D., On.le Francesco
Sulla.
A Pallagorio da chi è sostenuto?
“Dal gruppo che ha vinto le primarie eleggendo come delegati la Sig.ra Virardi Mariarosa,
l’Ispettore Antonio Blandino e come segretario di circolo Vincenzo Magnelli”.
Queste elezioni sono caratterizzate da una eccessiva frammentazione politica e dalla
presenza
sul territorio di un numero massiccio di candidati, perchè fra tanti, gli elettori
dovrebbero votare per Lei?
“Perchè la mia candidatura è frutto di un percorso politico condiviso dalla maggioranza
politica
del P.D. locale e provinciale, poi perchè il sottoscritto non è portatore di interessi
personali o
familiari.
Io, appena acquisiti i requisiti per aver diritto alla pensione mi sono dimesso
volontariamente dal
servizio per dar spazio ai giovani ed aver più tempo da dedicare alla mia gente e quindi
contribuire
alla risoluzione dei tanti problemi che  affliggono il nostro territorio”.
Qual è il suo programma?
E’ quello di Ubaldo Schifino, candidato alla Presidenza. Tutti i cittadini potranno
disporre di una
copia dello stesso per verificare la sua aderenza alle esigenze reali del nostro
comprensorio. Sarebbe, qui troppo lungo elencare i punti più salienti. Dico soltanto che,
se verrò eletto, farò di tutto affinchè gli impegni assunti con gli lettori vengano
rispettati. In ogni caso sarò sempre dalla parte dei cittadini e dei giovani con i fatti e
non a parole. In tutta la mia vita ho sempre cercato di coniugare il dire con il fare.
Cosa ha fatto di concreto fino ad oggi in favore dei pallagoresi?
Sul piano culturale, ho promosso un’iniziativa sull’uso corretto dei mezzi di
comunicazione
che ha avuto una risonanza sulla stampa nazionale, specie in riferimento agli effetti
sulla formazione degli adolescenti. Ho ideato e scritto in collaborazione con mio cugino
Ciccio
Mazza il C.D. : “ Moti Shkon “ nella convinzione che nessun popolo può sperare in un
futuro migliore senza memoria storica ed un forte senso appartenenza alla comunità
d’origine.
Sul piano politico-amministrativo ho collaborato in maniera leale,forte ed in incisiva,come
assessore, con il Sindaco Blandino per dotare il nostro paese di strutture ed infrastrutture
di eccellenza e garantire,con un alto grado di efficienza, i servizi primari. Faccio un
esempio per tutti. Molti nostri emigrati non ritornavano d’estate a Pallagorio per le
ferie
perchè, al ritorno dal mare, non potevano farsi la doccia per mancanza d’acqua. Ebbene,
noi
abbiamo costruito ben tre pozzi artesiani garantendo così l’approvvigionamento idrico
365 su 365 giorni all’anno.


--------------------------------------------
L'autore dell'opinione firma e dichiara la sua autenticita'! true


 





25 September, 2008


ROMA - Alcune scritte razziste che si riferiscono agli immigrati uccisi a Castelvolturno e Milano sono apparse sui muri della tangenziale est a poche centinaia di metri dal cimitero Verano a Roma. Su due manifesti affissi sulla via Tiburtina, a firma di Militia, è stato scritto "minime in Italia: Milano -1. Castelvolturno -6".

Nell'altro manifesto invece è stato scritto, sempre con la stessa sigla sotto la quale è stata tracciata una svastica, "Schifani, l'ebreo sarai te", in riferimento alla visita dei giorni scorsi del presidente del Senato ad Auschwitz.. I due manifesti, secondo un testimoni che ha avvertito le forze dell'ordine, sarebbero stati affissi poco prima da un gruppo di giovani, circa una ventina, che, secondo la testimonianza, avevano teste rasate e giubbotti in pelle.

 In avvio di seduta al Senato, l'assemblea ha espresso la propria solidarietà al presidente Renato Schifani per le scritte razziste.  "Qui non può che essere il male assoluto, la follia divenuta atrocità", aveva detto Schifani. Il senatore del Pdl Carlo Vizzini, presidente della commissione Affari costituzionali, ha preso la parola e si è detto turbato per il riferimento delle scritte a Schifani. "Sulle mura del Verano sono apparse scritte in cui si legge 'Schifani l'ebreo sarai tù. Le parole del presidente sono state sempre forti, in questa Aula e fuori, contro il razzismo e tutti i totalitarismi". "Sono certo - ha continuato Vizzini - che il presidente del Senato abbia abbastanza forza per andare avanti nella sua strada. In quanto al messaggio, mi sento di dire: ebreo non è solo Schifani; ebrei siamo tutti noi".





Wednesday, 17 September 2008


ROMA - Restano meno di 48 ore per trovare un accordo: per andare avanti, la cordata di imprenditori italiani creata per far nascere la «nuova Alitalia» vuole il sì dei sindacati, o almeno di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, per giovedì alle 16, quando a Milano si riunirà l'assemblea dei soci. Il confronto sull'ostacolo del nuovo contratto di lavoro ha fatto passi avanti, ci sarebbe la garanzia di non toccare i livelli retributivi a fronte di un aumento di produttività e flessibilità, e per la Cai, la Compagnia Aerea Italiana fondata dalla cordata, questo sarebbe un punto di arrivo. Come dire che non si tratta più.

INCONTRO - È attesa una nuova convocazione dei sindacati, per un incontro conclusivo. L'ultimo passaggio del cammino fatto solo con i sindacati confederali e l'Ugl, passato prima per la condivisione di un accordo quadro sul piano industriale, e incentrato ora sul confronto per il contratto il cui contenuto sarebbe oramai definito nel dettaglio, in una stesura finale che rimanda al contratto di Air One come base per i punti su cui non si è raggiunta una intesa. Intanto continua su una strada separata il percorso delle sigle autonome: l'Sdl, i piloti di Anpac e Up, gli assistenti di volo di Avia e Anpav, più o meno distanti da un accordo, ma tutti disponibili a trattare. Mentre è saltata la riunione che avrebbe dovuto riportare intorno allo stesso tavolo, per un confronto interno, tutte le nove sigle.

«SOLDI STANNO PER FINIRE» - Nel frattempo, il commissario straordinario della compagnia, Augusto Fantozzi, assicura che «nell'immediato» non ci sono problemi di operatività per i voli Alitalia, ma «i soldi non sono pochi, sono pochissimi, e stanno per finire». Il «piano Fenice» si conferma come l'ultima chiamata per evitare il fallimento. Se l'operazione non dovesse andare in porto, dice Fantozzi, «ci guarderemmo intorno per vedere se ci sono altre offerte, poi faremo quello che dobbiamo fare».

BERLUSCONI - Su Alitalia interviene anche Silvio Berlusconi. Il premier afferma che se la trattativa fallisse per un «egoismo irragionevole», il governo non potrebbe «garantire» a tutti i 20 mila lavoratori di Alitalia quanto promesso ai 3.250 esuberi previsti dal piano di salvataggio e vi dovrebbe essere dunque una «drastica» riduzione di sostegni e rimborsi. Il premier è tornato dunque a fare la voce grossa dopo che già lunedì sera a «Porta a Porta» aveva attaccato i sindacati parlando di difesa dei privilegi e spiegando che la sola alternativa all'accordo con Cai sarebbe il fallimento della compagnia di bandiera. Visto che un eventuale mancato accordo, secondo il capo del governo, «dipenderebbe dalla loro volontà di non accettare un'altra possibilità di lavoro», ovvero dalla volonta di fare prevalere «un egoismo irragionevole nei confronti del loro bene e del bene comune», il governo «dovrebbe intervenire drasticamente, imponendo sostegni e rimborsi assolutamente diversi da quelli promessi e garantiti ai 3.250 esuberi attuali».


LA FINANZA ALLA MAGLIANA - Intanto giunge la notizia dell'arrivo alla sede della Magliana degli agenti del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza che ha acquisito i bilanci consolidati degli ultimi dieci anni e altra documentazione, nell'ambito dell'inchiesta della procura aperta dopo la dichiarazione di insolvenza della compagnia di bandiera.


ITALI AIRLINES INTERESSATA- Sempre dalla Magliana trapela che non è solo la cordata di Cai ad avere interesse per la compagnia di bandiera. Il commissario straordinario Fantozzi ha infatti ricevuto «una manifestazione di interesse al progetto di cessione da Alitalia ad ItAli Airlines di aerei e relativi personale navigante e tecnico in esubero, sulla base di un contratto di servizio pluriennale». Una seconda manifestazione di interesse è arrivata da Investimenti e Sviluppo mediterraneo per l'Atitech.


UN LUNEDI' DI TRATTATIVE - Per tutta la giornata di lunedì al ministero del Lavoro e a Palazzo Chigi si sono svolte numerose riunioni che però hanno visto incontrarsi separatamente i sindacati confederali e le associazioni professionali di piloti e assistenti di volo. A tarda sera era stata concordata una riunione a nove per trovare una posizione comune da presentare alla Cai e al governo nell'incontro che dovrebbe essere convocato dall'esecutivo per mercoledì o giovedì, prima del consiglio di amministrazione di Cai, previsto per giovedì. Alla base del rinvio ci sono probabilmente ragioni tattiche: i rappresentanti dei lavoratori vorrebbero avere più tempo per valutare il piano e non essere costretti a decidere in tempi stretti solo per rispettare le scadenze decise dalla Cai.


CAUTO OTTIMISMO - Quanto alla possibilità che un'intesa venga raggiunta, qualche spiraglio arriva dai sindacati confederali. Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, spiega che il lavoro grosso è ora nella definizione del contratto di lavoro, che dovrà prevedere il mantenimento degli attuali livelli salariali: «Il nostro slogan è : vogliamo lavorare meglio, anche di più, ma guadagnare lo stesso stipendio». Il segretario della Uil, Luigi Angeletti, fa invece sapere che le percentuali di buona riuscita nella trattativa sono «buone ma non il 100%» e alle controparti chiede che ai lavoratori venga garantita soprattutto certezze: «Dobbiamo essere sicuri che facciamo sacrifici a fronte di impegni affidabili».


«IL FALLIMENTO? UNA LIBERAZIONE» - Il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati, uno dei più seguiti dirigenti ex ds del Nord Italia, commenta invece l'eventualità di un fallimento di Alitalia, evocata anche dal premier Silvio Berlusconi lunedì sera: per il sistema aeroportuale milanese, secondo il c