Archivio2009notizie


Tuesday, ApriTuesday 7, 2009

  • Aggiornamento pagina VIP, e in basso a questa sezione.
  • ANSA-DI STEFANO FABBRI

    La terra ha tremato nel buio, alle 3:32 e la
    forza distruttiva della scossa, di magnitudo 5,8 - un livello che
    corrisponde all'ottavo-nono della scala Mercalli - ha devastato
    l'Aquila e i piccoli centri attorno al capoluogo abruzzese, portandosi
    via almeno oltre cento persone, anche se il bilancio è ancora
    provvisorio, mentre sono oltre 100, secondo il dato aggiornato dai
    vigili del fuoco, le persone che dalla notte scorsa sono state tratte
    in salvo dalle macerie.

    L' ultima in ordine di tempo una
    ragazza trovata in serata sotto le macerie di una casa crollata nel
    centro dell'Aquila, in via Sant'Andrea. La casa era ad un centinaio di
    metri di distanza dalla Casa dello studente, crollata interamente, in
    una zona dove molti appartamenti sono affittati a studenti. Ha avuto
    invece esito tragico il salvataggio di un'altra giovane avvenuto in
    serata a L'Aquila. La donna è deceduta poco dopo essere stata estratta
    dalle macerie. Le urla degli abitanti e gli schianti dei crolli hanno
    spezzato il buio, ma solo le prime luci del giorno hanno mostrato gli
    effetti del terremoto: case venute giù come se fossero di carta velina.
    Alla fine della giornata i morti stimati sono 150, anche se solo 98
    hanno adesso un nome e ci sono altri 20 cadaveri che si sta cercando di
    identificare, ma con l'alta probabilità che si tratti di un bilancio
    assolutamente provvisorio. Così come la stima dei feriti che per adesso
    è ferma a 1.500. Devastati tanti piccoli centri, oltre al capoluogo che
    pare colpito da un bombardamento: Paganica, Camarda, Tempera, San
    Demetrio nei Vestini, Castelnuovo. Un lungo elenco del quale fanno
    parte anche Villa Sant'Angelo ed il Borgo di Castelnuovo, stati quasi
    cancellati dal sisma.

    A Onna, il centro a pochi chilometri
    dall'Aquila che è il più danneggiato, è la disperazione: "A Onna siamo
    in 350. Finora avrò contato una cinquantina delle persone che conosco,
    ancora vive", ha riferito un uomo che risiede nella frazione dove
    stamani le prime bare sono state allineate su un prato. Nel capoluogo i
    crolli hanno interessato tutte le zone della città sei ragazzi sono
    stati estratti vivi dalla Casa dello studente, ma un loro collega è
    ancora disperso. Un po' ovunque giù cupole di chiese e campanili:
    crollata la parte absidale della Basilica di S. Maria di Collemaggio,
    della cupola di Giuseppe Valadier della chiesa delle Anime Sante, del
    campanile della chiesa di San Bernardino. Crollato parzialmente anche
    il transetto del Duomo dell'Aquila. "Nessuno sarà lasciato da solo", è
    la promessa del premier Silvio Berlusconi che ha definito l'accaduto
    come "una tragedia senza precedenti", dopo aver raggiunto L'Aquila ed
    aver sorvolato in elicottero l'area colpita dal sisma. Subito dopo ha
    presieduto a Roma la seduta del Consiglio dei ministri che ha conferito
    "i poteri di attuazione degli interventi d'emergenza" al
    sottosegretario Guido Bertolaso. "Per i primi giorni sono stati
    stanziati 30 milioni di euro di fondi immediati, in attesa di
    quantificare giovedì le risorse strutturali", ha spiegato Berlusconi.
    Fin da subito si sono mossi i soccorsi coordinati dalla protezione
    civile, ma dalle aree del terremoto si sono levate anche critiche:
    "Dove sono gli aiuti? E le tende?" chiede qualcuno a Onna, lamentando
    di essere rimasti per ore senza contatti con i soccorritori. Il
    ministro dell'interno Roberto Maroni e Bertolaso, hanno però
    sottolineato la prontezza con cui si è messa in moto la macchina dei
    soccorsi, sia a livello locale che nazionale. "Le operazioni erano già
    partite un quarto d'ora dopo il sisma.Più rapido di così non si poteva
    fare", ha detto il ministro.

     E concorda un volontario della
    protezione abruzzese: "Abbiamo corso pericoli per arrivare in case
    crollate in vicoli piccoli". E se qualche ritardo c'é stato, spiega uno
    dei componenti della protezione civile regionale, va tenuto conto che
    era praticamente impossibile far fronte subito a tutte le esigenze e
    controllare un territorio tanto vasto". Intanto ci si prepara alla
    prima notte dopo il terremoto, una notte fredda e di pioggia che ha
    cominciato a cadere sugli sfollati per i quali si stanno predisponendo
    le tendopoli o cercando migliaia di posti letto negli alberghi lungo la
    costa. A L'Aquila in tantissimi si apprestano a trascorrete la notte
    nelle auto parcheggiate in piazzali o comunque in aree lontane dagli
    edifici: la paura non è passata e la scossa del tardopomeriggio di
    magnitudo 4.1 fa ricordare che il terremoto é ancora lì, in agguato,
    ancora una volta nella notte.
  • A STATE of emergency has been declared in Italy after a powerful
    earthquake tore through the country's centre yesterday, devastating
    mountain towns and killing at least 90 people.


    "When you
    felt it you were thinking, 'Is this the beginning or is this the end?'
    " said Briton Barry Raven, living in Monte San Marino, a small town in
    the Apennine mountain range 100 kilometres north-east of the epicentre,
    L'Aquila.

    Emergency services scrambled to find victims trapped under thousands
    of collapsed homes and buildings and said the toll would rise.



    Prime Minister Silvio Berlusconi cancelled a trip to Moscow yesterday and headed for the disaster zone.


    L'Aquila,
    capital of the Abruzzo region, about 100 kilometres north of Rome, bore
    the brunt of the quake, which struck just after 3.30am. The epicentre
    was five kilometres beneath the town. Thousands of the city's 60,000
    residents, fearing aftershocks, fled their beds and ran into the
    streets.


    The quake — measured by Italian authorities as 5.8
    on the Richter scale — came about five hours after a 4.6-magnitude
    tremor shook Italy's north-central region with no reports of damage.
    That quake occurred at Ravenna in the Emilia-Romagna region.


    In
    L'Aquila, hundreds of people, some in shock and others sobbing, waited
    outside the main hospital for treatment. Doctors treated victims in the
    open air as only one operating room was functioning. The town's
    university hospital was declared off limits for fear of collapse, and
    badly injured victims were being taken by helicopter to other cities.


    The
    head of Italy's public safety department, Guido Bertolaso, said: "It's
    an event that will mobilise the nation for many weeks." He said at
    least 10,000 homes or buildings had been damaged. Roofs fell in on many
    houses and boulders blocked several mountain roads. Residents said the
    shock lasted for 20 to 30 seconds.


    Matthew Peacock, who
    lives with his family in the Umbrian town of Amelia, told Britain's Sky
    television: "It felt like the house was being shaken from the rooftop …
    the earth felt like jelly. Dogs outside were making an incredible
    racket."


    Italy is criss-crossed by two fault lines, with some 20 million people at risk from earthquakes.

  • Qui sotto ci sono i risultati dei consensi dati dai nostri utenti, i primi tre classificati per numero di voti ricevuti sono: La signora Aurora Torcasso (sarta) con 30 preferenze su 202 votanti, secondo posto appartiene a due beniamini del paese: il sig.Guido Balsamo medico locale, ed il sig. Giovanni Forcinito meccanico locale. Il terzo posto appartiene a: Antonio Affatato musicista. Come gia' annunciato solo  i primi tre fanno parte dei VIP anno 2009. Quindi i migliori auguri ai neoeletti VIP, Aurora Torcasso, Guido balsamo e Forcinito Giovanni. La redazione di pallacom vi invita a farci avere una foto recente da pubblicare, ed un breve commento di voi, una presentazione in modo da potervi conoscere tra gli utenti del sito, il direttore E.Perri scivera' un commento su di voi, non appena arrivera' la vostra foto e la vostra scheda informativa cioe' informazioni su di voi cosa fate e avete fatto. Vedete la pagina VIPOP e capirete di cosa parliamo. Intanto appena possibile partira' la seconda tornata dei VIPOP. I nostri VIP riceveranno un'attestato di tale preferenza sul WEB ed un calendario 2009 spedito dalla redazione di Pallacom. Nella vostra e.mail precisare se volete che sia pubblicata la vostra e.mail di recapito, aspettiamo le vostre e.mail. A tutti gli altri concorrenti vadano i nostri saluti, e l'augurio di farsi eleggere nella prossima tornata dei VIP locali.

Balsamo Guido (29)14%
Peppino Lamazza(6)2%
Antonio Affatato(5)2%
Arturo Berardi(9)4%
Ciccio Balsamo(3)1%
Pepe' Lapietra(6)2%
Michele Giudicissi(6)2%
Giovanni Forcinito(29)14%
Giovanbattista Giovanni(2)0%
Astorino Francesco(3)1%
Cesare Apriliano(2)0%
Antonio Affatato Farfalla(27)13%
Aurora Torcasso(30)14%
Angelo Proto(7)3%
Don Pietro Paletta(18)8%
Pino Raffa(7)3%
Franco Gallo(7)3%
Francesco Allevato(3)1%
Enzo Magnelli(1)0%
Pasquale Tassone(2)0%

Votal Votes(202)100%


R.P.C.

Monday, ApriMonday 6, 2009

  • Pallagorio- Ieri nella chiesa di San Giovanni, il parroco Don Pietro ha celebrato la messa, Domenica delle palme, che di solito veniva celebrata a quella del Carmine, ora sembra che la chiesa Madre abbia preso la sua predominanza, che le spetta non solo per essera la chiesa principale, ma anche quella che vanta il primato come la prima chiesa del paese. Si qui si svolgevano tutte le feste e le celebrazioni del paese. Infatti sotto il pavimento, molti non lo sanno e fuori nel piazzale dove viene accesa la focara, vi sono delle caverne che venivano adibite a loculi per i morti. Infatti prima che nascesse il cimitero odierno tutti i  nostri avi riposano sotto, nei sotteranei ora riempiti di calcestruzzo che stavano sotto la chiesa. Quelli che morivano anzi si procuravano la morte, cioe chi si suicidava non aveva questo onore di essese sepolto con gli altri che morivano di cause naturali, anzi venivano sotterati nei sotteranei sotto il pavimento della focara, era un modo per scoraggiare altri a seguire quelli che si accorciavano la vita. Le varie incurie dei preti che si sono susseguiti, hanno fatto decdere lo spendore della chiesa Madre, ci voleva un prete come don Pietro a far rivivere lo splendore di questa chiesa. Neanche i trent'anni di sacerdozio del defunto padre Antonio sono serviti a far valutare questa chiesa, eppure in quei tempi la popolazione era il doppio di ora, il paese aveva oltre 3000 abitanti. Le offerte verso la chiesa o la festa sono state forse piu' generose di ora, adesso bisogna dare a Cesare quello che e' di Cesare, cioe' don Pietro ha il merito di aver sistemato tutte le chiese, e' riuscito a far accquistare la casa canonica ( appartamento di Giannino ex autista camion spazzatura) in piu' si sta adoperando per far realizzare un sogno di nostri emigrati nella Pallagorio 2, cioe' Campi Bisenzio. Peccato che in quell'area molto popolata da nostri compaesani, qualcuno ha seminato il seme dell'invidia e antipatia nei nostro confronti, cioe' di Pallacom, infatti non ci arriva nessuna informazione ne dal comitato ne da ex collaboratori, eppure siamo a conoscenza della trasferta della Madonna tramite altri compaesani che neanche risiedono a Campi. Intanto volenti o nolenti questa iniziativa e' stata propagandata da questo sito, siamo stati i primi a pubblicare la lettera di Loiero, che ora sembra scordarsi anche. Un utente sarcastico ci ha detto via e.mail che siamo il sito dei morti, e questo e' vero, ma noi rispondiamo che per essere morti bisogna essere vivi una volta, e poi come diceva Toto'  nella Livella, prima o poi tutti dobbiamo morire, e qui in questo sito raccogliamo la memoria dei morti e decantiamo quella dei vivi buoni. Finche' avremo un solo, un solo collaboratore dall'Italia o Estero, Pallacom avra' un motivo in piu' di remare, nelle acque del Web, tutti vorrebbero in un modo o nell'altro "Comandare" ma pochi lo sanno fare, e chi lo sa fare lo dimostra con i fatti. Direzione
  • Domani pubblicherero i VIP, vincitori.
  • CROTONE. La Regione ha
    espresso parere favorevole al primo piano di interventi nell’ambito del sociale
    presentato dai comuni del distretto socio sanitario di Crotone che comprende i
    comuni di Crotone, che è anche capofila, oltre a Belvedere Spinello, Cutro,
    Isola di Capo Rizzuto, Rocca di Neto, Scandale e S. Mauro Marchesato. Lo rende
    noto il Comune. “Si tratta - spiega una nota - di un progetto complessivo che
    prevede interventi a favore di fasce deboli di circa 1.200.000 euro e che
    riguarda una popolazione complessiva di quasi centomila abitanti, circa i due
    terzi della intera popolazione provinciale. L’approvazione regionale del piano
    comporta che già da prossimi giorni le sette amministrazioni potranno attivarsi
    per dare corso alla realizzazione dei progetti che sono stati indicati nella
    proposta presentata alla Regione. Il piano sociale è un importante strumento per
    dare risposte di servizi in particolare alle fasce deboli della popolazione come
    gli anziani, i minori, i diversamente abili di tutti i deficit, le famiglie
    bisognose e quanti subiscono, quotidianamente, il disagio della recessione. Con
    l’approvazione regionale il Comune di Crotone predisporrà la relativa presa
    d’atto e degli appositi bandi di gara per l’attivazione dei servizi”. La notizia
    è stata accolta con soddisfazione dal Sindaco - Peppino Vallone e dal
    consigliere delegato ai servizi sociali - Filippo Esposito che ha svolto il
    lavoro di coordinamento del tavolo tecnico che comprende tutti i comuni del
    distretto e che ha portato alla definizione ed alla presentazione del primo
    piano del sociale del distretto di Crotone. Il Sindaco Peppino Vallone
    sottolinea l’importanza del piano che “si propone come uno strumento, innovativo
    anche nella sua impostazione programmatica, disponibile per rispondere alle
    esigenze prioritarie dei cittadini in difficoltà”. Vallone esprime il
    ringraziamento ai sindaci delle singole amministrazioni “per la disponibilità
    offerta per raggiungere unitariamente il risultato e sottolinea il lavoro del
    tavolo tecnico oltre che la collaborazione delle associazioni del terzo settore
    e dei sindacati di categoria: un contributo positivo da parte di tutti che ha
    saputo garantire l’approvazione della proposta progettuale”.
  • AT LEAST 50 people were killed and dozens were missing in
    an earthquake that struck central Italy as most people lay sleeping early on
    Monday, and the death toll was expected to rise as many homes collapsed in the
    Abruzzo region.






    Play












    Earthquake hits Italy

    People are feared trapped after a 6.3
    magnitude earthquake hit central Italy. 4/09 Sky News

    Views today:
    397

    Sorry, this video is no longer available.






    Public safety chief Guido Bertolaso said there would be "numerous victims,
    many injured and so many collapsed homes'' as he headed to the scene, the ANSA
    news agency reported.

    The Abruzzo capital L'Aquila, the epicentre of the
    5.8-magnitude quake, was a scene of devastation as sirens blared and rescue
    workers raced to find people in the rubble, ANSA said.

    Thousands of the
    city's 60,000 residents were in the streets fearing aftershocks after being
    startled awake by the quake just after 3.30am (11:32 AEST) , the report said.


    Police confirmed to ANSA that five people were killed in the small towns
    of Castelnuovo, one in Poggio Picenze, one in Tormintarte and two in Fossa
    including a three-year-old girl.

    Another four children died in a
    hospital in L'Aquila, ANSA said.

    Another eight people were missing in
    nearby San Demetrio dei Vestini, public safety officials said.

    A student
    dormitory in L'Aquila was partially collapsed.

    The epicentre of the
    quake, which was also felt in Rome, was some 5km below L'Aquila, a town in the
    Apennine mountains, Italian public safety officials said.

    Some 15,000
    people suffered a power outage in the region, while part of the highway linking
    L'Aquila to Rome was closed, the ANSA news agency reported.

    The quake
    came just hours after a 4.6-magnitude tremor shook Italy's north-central region
    with no reports of damage.

    That quake occurred at 10.20 pm on Sunday
    near Ravenna in the Emilia-Romagna region and was exceptionally deep at some
    28km, public safety officials told ANSA.

    Because of its depth, the
    tremor was felt over a wide area, notably in the Marche region on the Adriatic
    coast.

    People there felt both earthquakes. A powerful earthquake in the
    region claimed 13 lives in 1997 and damaged or destroyed priceless cultural
    heritage.

    People inland near Bologna, as far north as Trieste and as far
    south as Aquila, also reported feeling Sunday's quake, ANSA added.

    Italy
    is criss-crossed by two fault lines, with some 20 million people at risk from
    earthquakes.

    Deadly tremors of the past include an October 2002 quake
    that killed 30 people including 27 pupils and their teacher who were crushed
    under their schoolhouse in the tiny medieval village of San Giuliano di Puglia.


    Twenty-two years earlier, on November 23, 1980, a violent quake struck
    the southern region of Irpiona near Naples, killing 2,570, injuring 8,850 and
    displacing 30,000.

R.P.C>


Sunday, ApriSunday 5, 2009

Domenica della Palma, giorno di pace, auguriamo e diamo idealmente un ramoscello di ulivo ad ogni utente che clicca le News. A tal proposito vogliamo informare il pubblico che domani Lunedi mattino a Melbourne e Mezzanotte di Domenica in Italia annunceremo i tre V.I.P. locali che hanno ricevuto piu' voti e quindi eletti se non lo avete fatto ora avete oggi tempo di farlo ecco il link: Pagina dei VIP di Pallagorio
  • Ecco i paesi internazionali che hanno visitato Pallacom nel mese scorso di Marzo 2009, abbiamo ritenuto pubblicare solo la grafica che riguarda i paesi che accedono Pallacom, tutte le altre informazioni sui file, e altri dettagli sono disponibili tramite e.Mail a chi vuole vederli, basta spedire richiesta.
  • Usage Statistics for pallagorio.com



    Summary Period: March 2009

    Generated 02-Mar-2009 02:06 CST







    [Daily Statistics]
    [Hourly Statistics]
    [URLs]
    [Entry]
    [Exit]
    [Sites]
    [Referrers]
    [Search]
    [Agents]
    [Countries]



































































    Monthly Statistics for March 2009

    Total Hits11082
    Total Files8776
    Total Pages1102
    Total Visits326
    Total KBytes136073

    Total Unique Sites238
    Total Unique URLs801
    Total Unique Referrers114
    Total Unique User Agents108

    .Avg Max

    Hits per Hour2301107
    Hits per Day554110863
    Files per Day43888588
    Pages per Day551986
    Visits per Day163296
    KBytes per Day68036132504


    Hits by Response Code

    Code 200 - OK8776
    Code 206 - Partial Content35
    Code 302 - Found154
    Code 304 - Not Modified2009
    Code 404 - Not Found99
    Code 408 - Request Timeout8
    Code 500 - Internal Server Error1




    Daily usage for March 2009










































    Daily Statistics for March 2009

    DayHitsFilesPagesVisitsSitesKBytes

    11086398.02%858897.86%98689.47%29690.80%22694.96%13250497.38%
    22191.98%1882.14%11610.53%309.20%2811.76%35692.62%




    Hourly usage for March 2009














































































































































































































































































































































    Hourly Statistics for March 2009

    HourHitsFilesPagesKBytes
    AvgTotalAvgTotalAvgTotalAvgTotal

    01102211.99%531061.21%5611310.25%137327452.02%
    11993983.59%1893784.31%521049.44%5699113988.38%
    2811621.46%721451.65%35716.44%99119831.46%
    318360.32%13270.31%16332.99%4138270.61%
    43206415.78%1282562.92%17353.18%159631922.35%
    54268537.70%3346687.61%32645.81%428585716.30%
    61242482.24%781571.79%7151.36%202540502.98%
    755311079.99%4238469.64%24484.36%468993786.89%
    84098187.38%3967929.02%35716.44%314862964.63%
    91402802.53%1042082.37%14282.54%160332062.36%
    102224454.02%1703403.87%23464.17%219743933.23%
    1118360.32%12250.28%16332.99%3086170.45%
    122785575.03%2334665.31%22443.99%362572495.33%
    133877746.98%3827648.71%28575.17%75491509911.10%
    144979948.97%44488810.12%40817.35%70221404410.32%
    154328647.80%2605205.93%27544.90%495399077.28%
    164228447.62%4058119.24%26534.81%491498287.22%
    17521050.95%511021.16%8171.54%51710330.76%
    18490.08%480.09%480.73%821640.12%
    191913823.45%1392793.18%16322.90%242048403.56%
    20501010.91%501001.14%240.36%87817551.29%
    212905815.24%2354715.37%21423.81%372974585.48%
    22641281.16%12240.27%15302.72%2985970.44%
    232494984.49%1973954.50%9191.72%372174425.47%

































































































































































































































    Top 30 of 801 Total URLs

    #HitsKBytesURL

    15334.81%103537.61%/smf/
    2920.83%26971.98%/images/Madonna0014.jpg
    3860.78%170.01%/widgets/noieactivate.js
    4850.77%920.07%/widgets/gen_2114.1.gif
    5850.77%720.05%/widgets/gen_58.1.gif
    6840.76%680.05%/widgets/gen_2140.1.gif
    7840.76%2110.16%/widgets/staticlogo1.js
    8830.75%870.06%/widgets/gen_1645.1.gif
    9830.75%780.06%/widgets/gen_1862.1.gif
    10830.75%800.06%/widgets/gen_1871.1.gif
    11830.75%7000.51%/widgets/gen_53.1.gif
    12830.75%50.00%/widgets/gen_746.1.gif
    13830.75%730.05%/widgets/gen_762.1.gif
    14820.74%820.06%/widgets/gen_1881.1.gif
    15810.73%710.05%/widgets/gen_1662.1.gif
    16810.73%730.05%/widgets/gen_2386.1.gif
    17800.72%770.06%/widgets/gen_1660.1.gif
    18800.72%720.05%/widgets/gen_2044.1.gif
    19800.72%700.05%/widgets/gen_2399.1.gif
    20790.71%730.05%/widgets/gen_1176.1.gif
    21790.71%750.05%/widgets/gen_1628.1.gif
    22790.71%670.05%/widgets/gen_2295.1.gif
    23790.71%660.05%/widgets/gen_427.1.gif
    24790.71%830.06%/widgets/gen_750.1.gif
    25790.71%750.06%/widgets/gen_997.1.gif
    26780.70%740.05%/widgets/gen_1338.1.gif
    27780.70%700.05%/widgets/gen_2061.1.gif
    28780.70%790.06%/widgets/gen_951.1.gif
    29770.69%1290.09%/phpmychat/config/style.css.php3
    30770.69%800.06%/widgets/gen_1244.1.gif




















































































    Top 10 of 801 Total URLs By KBytes

    #HitsKBytesURL

    1760.69%4332131.84%/news2.html
    25334.81%103537.61%/smf/
    3110.10%39162.88%/news1.html
    460.05%31512.32%/news.html
    5920.83%26971.98%/images/Madonna0014.jpg
    6260.23%24901.83%/news3.html
    7710.64%21171.56%/widgets/gen_1642.1.gif
    860.05%19171.41%/downloads/audio_file/01 Track 1.wma
    9330.30%16051.18%/images/images_focara88/DSCN2449.JPG
    10230.21%14191.04%/images/images_giochi/birra_pallacom.jpg





















































































    Top 10 of 31 Total Entry Pages

    #HitsVisitsURL

    15334.81%16250.00%/smf/
    2490.44%4714.51%/gpage7.html
    3760.69%3711.42%/news2.html
    4460.42%3611.11%/
    5110.10%51.54%/news1.html
    630.03%41.23%/b2evolution/
    760.05%41.23%/news.html
    8260.23%30.93%/news3.html
    930.03%20.62%/gpage13.html
    1020.02%20.62%/gpage16.html





















































































    Top 10 of 42 Total Exit Pages

    #HitsVisitsURL

    15334.81%15849.84%/smf/
    2490.44%4614.51%/gpage7.html
    3760.69%3310.41%/news2.html
    4460.42%165.05%/
    5260.23%82.52%/news3.html
    6110.10%51.58%/news1.html
    730.03%41.26%/b2evolution/
    860.05%41.26%/news.html
    9180.16%30.95%/contact.html
    1030.03%30.95%/gpage19.html



























































































































































































































































































































































    Top 30 of 238 Total Sites

    #HitsFilesKBytesVisitsHostname

    19398.47%91810.46%41563.05%10.31%pool-98-111-253-254.pitbpa.fios.verizon.net
    27186.48%3113.54%32972.42%10.31%ppp-215-70.32-151.iol.it
    36666.01%6587.50%127109.34%10.31%p57a5890c.dip0.t-ipconnect.de
    45104.60%660.75%12190.90%20.61%net-93-145-145-142.t2.dsl.vodafone.it
    54133.73%4134.71%60294.43%10.31%bl9-218-242.dsl.telepac.pt
    63903.52%2913.32%41483.05%10.31%c-24-8-229-11.hsd1.co.comcast.net
    73833.46%2332.65%11000.81%10.31%host82-221-static.54-88-b.business.telecomitalia.it
    83703.34%3654.16%59324.36%10.31%adsl-ull-241-27.49-151.net24.it
    93633.28%1211.38%7430.55%10.31%p4ff1b115.dip.t-dialin.net
    103032.73%2793.18%14631.07%10.31%cpe-58-164-111-96.vic.bigpond.net.au
    112922.63%981.12%17171.26%10.31%h117.117.20.98.dynamic.ip.windstream.net
    122552.30%2512.86%35572.61%10.31%206.53.153.186
    132051.85%2002.28%29042.13%10.31%host88-195-dynamic.52-79-r.retail.telecomitalia.it
    142031.83%1051.20%19271.42%10.31%bas1-toronto29-1279623798.dsl.bell.ca
    151851.67%1852.11%38262.81%10.31%85-170-78-232.rev.numericable.fr
    161761.59%1711.95%21251.56%10.31%94.160.199.183
    171721.55%1721.96%31502.32%10.31%adsl-8-191-181.mia.bellsouth.net
    181631.47%1631.86%24531.80%20.61%adsl-76-231-189-233.dsl.pltn13.sbcglobal.net
    191521.37%850.97%7860.58%10.31%dslb-088-078-234-137.pools.arcor-ip.net
    201331.20%250.28%7070.52%30.92%c122-107-244-234.eburwd9.vic.optusnet.com.au
    211301.17%1281.46%16801.23%10.31%85-18-14-27.fastres.net
    221060.96%1061.21%20141.48%10.31%151.16.246.159
    231040.94%150.17%700.05%10.31%81-208-83-211.fastres.net
    241010.91%1001.14%17211.26%10.31%host90-35-dynamic.2-79-r.retail.telecomitalia.it
    25990.89%991.13%17581.29%10.31%117.196.32.81
    26980.88%981.12%17171.26%10.31%s0106000ea6bcdb06.ed.shawcable.net
    27970.88%971.11%17151.26%10.31%41.207.21.44
    28970.88%971.11%17151.26%10.31%59.97.136.11
    29970.88%971.11%17151.26%10.31%71-37-71-163.slkc.qwest.net
    30970.88%971.11%17151.26%10.31%adsl-75-23-125-112.dsl.peoril.sbcglobal.net






























































































































    Top 10 of 238 Total Sites By KBytes

    #HitsFilesKBytesVisitsHostname

    16666.01%6587.50%127109.34%10.31%p57a5890c.dip0.t-ipconnect.de
    24133.73%4134.71%60294.43%10.31%bl9-218-242.dsl.telepac.pt
    33703.34%3654.16%59324.36%10.31%adsl-ull-241-27.49-151.net24.it
    4220.20%220.25%58524.30%30.92%ip-77-244-212-231.user.rsspnet.ru
    59398.47%91810.46%41563.05%10.31%pool-98-111-253-254.pitbpa.fios.verizon.net
    63903.52%2913.32%41483.05%10.31%c-24-8-229-11.hsd1.co.comcast.net
    71851.67%1852.11%38262.81%10.31%85-170-78-232.rev.numericable.fr
    82552.30%2512.86%35572.61%10.31%206.53.153.186
    97186.48%3113.54%32972.42%10.31%ppp-215-70.32-151.iol.it
    101721.55%1721.96%31502.32%10.31%adsl-8-191-181.mia.bellsouth.net


















































































































    Top 20 of 114 Total Referrers

    #HitsReferrer

    1163314.74%http://d4777487.u47.websitesource.net/news2.html
    28277.46%- (Direct Request)
    31871.69%http://d4777487.u47.websitesource.net/news3.html
    4770.69%http://d4777487.u47.websitesource.net/Download.html
    5490.44%http://search.live.com/video/results.aspx
    6220.20%http://www.jmmarketing.org/
    7150.14%http://d4777487.u47.websitesource.net/gpage25.html
    8120.11%http://www.google.it/search
    980.07%http://209.85.129.132/search
    1060.05%http://search.msn.com/video/results.aspx
    1140.04%http://d4777487.u47.websitesource.net/gpage23.html
    1240.04%http://search.live.com/images/results.aspx
    1340.04%http://www.google.com/search
    1430.03%http://images.google.fr/imgres
    1520.02%http://search.live.com/results.aspx
    1610.01%http://cnweb.search.live.com/video/results.aspx
    1710.01%http://images.google.it/imgres
    1810.01%http://search.yahoo.com/search
    1910.01%http://us.mc1101.mail.yahoo.com/mc/showMessage
    2010.01%http://www.google.de/search


































    Top 4 of 4 Total Search Strings

    #HitsSearch String

    1240.00%pauluzzo silvano mondo
    2120.00%crawford bush 77 trips air force
    3120.00%pallagorio.it
    4120.00%www.pallagorio.com

























































































    Top 15 of 108 Total User Agents

    #HitsUser Agent

    110619.57%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1; SV1; .NET
    29398.47%Mozilla/5.0 (Macintosh; U; Intel Mac OS X 10_5_3; en-us) Appl
    39188.28%Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; de; rv:1.9.0.6) Geck
    47156.45%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 7.0; Windows NT 6.0; Mozilla/4.
    57046.35%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 7.0; Windows NT 6.0; GTB5; SLCC
    66355.73%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 7.0; Windows NT 6.0; SLCC1; .NE
    76215.60%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1; SV1; GTB5;
    85875.30%Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; it; rv:1.9.0.6) Geck
    95214.70%Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; en-US; rv:1.9.0.6) G
    104624.17%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1; SV1)
    114604.15%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 7.0; Windows NT 5.1; GTB5; .NET
    124403.97%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 7.0; Windows NT 5.1; .NET CLR 2
    134043.65%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 7.0; Windows NT 5.1; .NET CLR 1
    143503.16%BlackBerry8310/4.5.0.37 Profile/MIDP-2.0 Configuration/CLDC-1
    151851.67%Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1; SV1; InfoP




    Usage by Country for March 2009




























































































































































































































































    Top 30 of 32 Total Countries

    #HitsFilesKBytesCountry

    1357032.21%282632.20%3138923.07%Network
    2278725.15%175419.99%2157215.85%Italy
    3173615.67%156317.81%2758620.27%Unresolved/Unknown
    47666.91%7558.60%1635912.02%Germany
    55104.60%5105.81%77455.69%Portugal
    64373.94%4024.58%106297.81%US Commercial
    74363.93%3043.46%21691.59%Australia
    83423.09%3413.89%64154.71%France
    92041.84%1061.21%19411.43%Canada
    10640.58%640.73%8880.65%India
    11430.39%310.35%7210.53%Taiwan
    12370.33%270.31%4340.32%Japan
    13310.28%310.35%61074.49%Russian Federation
    14260.23%180.21%4410.32%China
    15240.22%200.23%3430.25%Old style Arpanet (arpa)
    16180.16%120.14%4110.30%Hungary
    17160.14%160.18%3550.26%Slovak Republic
    1890.08%70.08%740.05%Spain
    1940.04%40.05%1130.08%Brazil
    2040.04%20.02%190.01%Dominican Republic
    2130.03%30.03%760.06%Pakistan
    2230.03%30.03%700.05%Poland
    2330.03%30.03%160.01%United Kingdom
    2410.01%10.01%280.02%Austria
    2510.01%10.01%140.01%Belgium
    2610.01%10.01%280.02%Switzerland
    2710.01%10.01%140.01%Colombia
    2810.01%10.01%280.02%Czech Republic
    2910.01%10.01%280.02%Georgia
    3010.01%10.01%180.01%Indonesia
  • ANSA- di Paola Barbetti

    ROM A  - Alimentari sotto casa addio: il
    piccolo negozio tanto comodo dove comprare al volo latte o pane
    rientrando a casa, sta diventando sempre più una rarità. Di contro
    dilaga la grande distribuzione con crescite esponenziali a tre cifre al
    Sud. Ma in tempi di crisi, si affollano le bancarelle dei mercati
    rionali e mercatini e il commercio ambulante conosce una nuova
    prosperità. Questi, in sintesi, i risultati di un'analisi dell' ufficio
    studi della Confcommercio sull'evoluzione della distribuzione
    commerciale e al dettaglio tra il 2002 e il 2008. Troppi costi di
    gestione, consumi in riduzione: i piccoli negozi di alimentari non ce
    la fanno e via via abbassano la saracinesca e al loro posto spunta una
    gelateria, o un negozio di abbigliamento. Ne sono spariti 11.500 in
    sette anni, soprattutto nelle regioni del Nord, nonostante nello stesso
    periodo la popolazione italiana sia cresciuta di 2 milioni di persone.
    Reggono invece i non alimentari o gli alimentari non specializzati,
    tanto da far segnare al piccolo dettaglio un aumento di oltre 5 punti
    percentuali. A crescere di più, tra le varie tipologie, i negozi di
    abbigliamento e calzature, farmacie, distributori di carburante e - a
    sorpresa - i tabacchi (4.500 unità in più), nonostante il divieto di
    fumo nei locali. In calo invece elettrodomestici ed elettronica, a
    causa di per una ristrutturazione in atto che li vede trasmigrare verso
    i grandi aggregati commerciali.

    Tiene invece la realtà degli
    ambulanti, cresciuta di 35mila unità dal 2002 al 2008 (quasi la metà
    concentrati al Sud), contando oggi oltre 160.000 punti vendita. Il
    commercio ambulante resta un elemento fondamentale del panorama
    commerciale nazionale, confermandosi "un canale di vendita rilevante
    sia dal punto di vista numerico sia sul piano del servizio reso ai
    consumatori - evidenzia l'indagine - attraverso i mercati quotidiani e
    settimanali, le fiere, i chioschi isolati, i posteggi a rotazione,
    tutti canali di acquisto largamente utilizzati dalle famiglie". In
    tempi di crisi è proprio il mercatino a essere il più gettonato. E se
    spariscono gli alimentari sotto casa, risulta invece dinamica la
    crescita di piccoli supermercati e discount la cui consistenza aumenta
    in tutto il Paese (+11,6%), in modo particolare al Centro (+20,6%) e al
    Sud (+11,5%). Così pure i minimercati hanno preso da qualche anno a
    prosperare, per la loro dimensione intermedia tra la grande
    distribuzione e il piccolo negozio, comunque collocati in un'area di
    vicinato. A gennaio 2008 erano oltre 5.000 concentrati soprattutto
    nelle regioni del Nord. Non si arresta il dilagare di supermercati e
    ipermercati: +27,2% in 7 anni con oltre 1.800 nuovi insediamenti
    soprattutto al Sud e la formula vincente si conferma quella di "Tutto
    sotto un unico tetto"; la crescita media nazionale in questi anni è
    pari al 37% ma diventa a tre cifre nelle regioni meridionali (Calabria
    +199,6%, Sicilia 184,8%, Molise +187,3%).
R.P.C.

Friday, ApriFriday 3, 2009


  • Live!, Sky lancia un canale tutta musica dal vivo 24/7


    01:00 ven 03 aprile 2009


    A daprire le danze sarà uno speciale di due ore dedicato a Vasco Rossi, il film concerto Il mondo che vorrei (uscito a marzo in formato dvd e blu ray): mercoledì 8 aprile alle 11 di sera partiranno le trasmissioni di Live!, emittente musicale del “pacchetto” Sky dedicata alla musica dal vivo 24/7.


    Il palinsesto della rete (visibile al canale 702 di Sky) è studiato
    in funzione di pubblici diversi per fasce d'età e gusti musicali
    differenti: musica pop italiana (da Ramazzotti alla Pausini
    e compagnia) alla mattina, teen pop internazionale, hip hop, r&b,
    dance e hard rock al pomeriggio per intercettare studenti e liceali, le
    leggende del classic-rock in fascia notturna (Eagles, Deep Purple, Cure).


    Molti gli appuntamenti clou già annunciati. In programma Standing on the edge of the noise degli Oasis a maggio e Live in Bucarest di Michael Jackson a giugno.


    Il canale è prodotto dal Giglio Group di Alessandro Giglio e affidato alla direzione artistica ed editoriale di Claudio Somazzi e di Digital Bees
    (Digital Magics), Live! promette molto materiale inedito in tv: oltre
    il 70% del totale, secondo quanto dichiarano gli ideatori.

  • Protesta contro sospensione programma protezione per lui

    (ANSA) - CATANZARO- Un testimone di giustizia ha
    annunciato lo sciopero di fame e sete per protesta contro la
    sospensione del programma di protezione. Ex imprenditore,
    l'uomo avviera' lo sciopero dal 7 aprile a Roma nei pressi
    del Quirinale spiegando di aver scelto il Colle 'in quanto
    riferimento istituzionale della garanzia dei diritti
    costituzionali della Repubblica'.
  • Hamilton squalificato. Trulli: "C'è giustizia!"






Ferrari, crisi anche a Sepang. Button re di... cuori  SPECIALE FORMULA 1

"Siamo
stati chiamati nuovamente dai commissari per fornire la versione dei
fatti di Melbourne, io ho confermato quello che avevo già detto, ho
portato con me anche le prove radio e della telemetria
,
sperando di convincere che non avevo fatto nulla di male e che a
Melbourne non avevo infranto il regolamento. La Federazione ha capito
che c'era qualcosa che non andava, quindi ha voluto stranamente
riaprire il caso e bisogna dargliene merito, e' stata all'altezza della
situazione". Jarno Trulli racconta come è riuscito a
riconquistare un terzo postoc he gli era stato tolto a fine gara dai
giudici del Gp 'Australia.
In un'intervista Sky spiega:
"Quello di domenica e' stato un caso estremo, ma hanno capito che sono
stato onesto, che non ho commesso alcuna infrazione e che si doveva
rianalizzare tutto il caso". E' orgoglioso del suo podio e di aver
avuto il riconoscimento che voleva. "Io cercavo solo giustizia, mi hanno fatto passare per quello che non conosceva il regolamento o che l'aveva infranto. Invece,
il mio terzo posto me lo sono conquistato in pista, ho commesso degli
errori, ma sicuramente non quello di aver superato con la safety car". Trulli,
che era stato penalizzato con l'accusa di aver superato Hamilton in
regime di safety car, non guarda solo a se stesso, ma a tutto il
movimento
. "Lo sport oggi deve essere contento, grazie
alla sentenza della Fia guadagna in credibilità, abbiamo sempre
criticato la Federazione, ma questa volta hanno mostrato grande
serieta' nei confronti dei piloti, dei team e dei tifosi, è stata fatta
giustizia".
Perdere il terzo posto gli dispiaceva più che
altro per questioni di...famiglia. "La mia unica preoccupazione dopo
che mi avevano tolto il terzo posto era quella di non poter portare la
coppa ai miei bambini, avevo promesso che l'avrei fatto perche' sapevo
che potevamo fare bene, stavo già pensando dove poter comprare una
coppa da portare a casa, per fortuna non servira', anzi, adesso spero
di portarne due".

LA FIA COMPIE IL RIBALTONE: HAMILTON SQUALIFICATO, TRULLI E' TERZO

Nuovo
colpo di scena al GP di Melbourne: la Federazione internazionale (Fia)
ha squalificato Lewis Hamilton dalla classifica del Gran Premio
d'Australia e consegnato il terzo posto a Jarno Trulli.
Le
nuove verifiche sul discusso sorpasso, in regime di Safety Car, tra il
pilota inglese della McLaren e l'italiano della Toyota hanno portato ad
un rovesciamento della situazione con la squalifica di Hamilton e il
terzo posto a Trulli.
L'abbruzzese era stato penalizzato dai
giudici di gara e aveva lasciato il terzo podio ad Hamilton. In regime
di ''safety car'', la Toyota dell'italiano era uscita di pista e finita
sul prato, lasciando via libera al sorpasso della McLaren dell'inglese.
Trulli era poi però tornato in pista e, ancora con la safety car sul
circuito, aveva risorpassato Hamilton. I giudici, quindi, hanno deciso
che quello dell'inglese non si poteva considerare un sorpasso in quanto
Trulli era in quel momento al di fuori della pista, viceversa lo era
quello dell'italiano, con entrambe le vetture in pista, ma irregolare.

VIDEO IL SORPASSO DI HAMILTON VISTO DALLE TRIBUNE DI MELBOURNE.

Si
tratta dell'nnesimo ribaltone nell'ordine d'arrivo del Gran Premio
d'Australia. Il pilota italiano della Toyota, che al traguardo era
arrivato alle spalle di Button e Barrichello, era stato penalizzato di
25" e retrocesso in 12esima posizione, per aver superato il campione
del mondo in regime di safety car.
La Toyota aveva
inizialmente fatto ricorso contro la penalizzazione sostenendo che
Hamilton, in quell'occasione, aveva rallentato a tal punto da obbligare
Trulli al sorpasso. Il ricorso era stato pero' ritirato nella
convinzione che la Fia lo dichiarasse inammissibile ma ecco oggi
l'ultimo colpo di scena. A Sepang, dove nel weekend e' in
programma il Gran Premio di Malesia, la Federazione internazionale ha
annunciato di voler riaprire l'indagine su quanto accaduto sulla base
di "nuovi elementi", come previsto dall'articolo 179b del Codice
sportivo internazionale, optando per la squalifica dell'iridato e la
restituzione del podio al pilota italiano.




R.P.C.



Thursday, ApriThursday 2, 2009

  • Pallagorio-Ancora nell'occhio del ciclone con le notizie tristi che vengono diramate dalla stampa locale e quella nazionale. La Caterina ha voluto non commentare direttamente i fatti che sono all'ordine del giorno, noi di Pallacom rispettiamo la sua scelta, ma ricevendo richieste in merito a questi fatti di cronaca non possiamo ignorare il nostro pubblico che visita giornalmente le notizie e vuole saperne di piu'. A tal proposito abbiamo fatto una ricerca a questo grave fatto, e oltre all'articolo de Il Crotonese che ieri abbiamo linkato, oggi ne aggiungiamo altri due link che rispecchiano i dettagli di questa drammatica storia. Prima di elencarli vogliamo precisare che ne siamo spiacenti di fare da cassa di risonanza, ma come molti sanno inserendo nei motori Pallagorio, spesso nei primi posti viene fuori Pallagorio Live, cioe' Pallagorio.com, e sia nel bene e nel male cerchiamo di dare un'informazione piu' vicina alla fonte, senza manipolazioni, senza arrivismi politici, come qualcuno ci ha detto nelle varie sezioni. Il traggico caso della sig. Teresina Ammirati, e' chiuso in due traggedie una piu' squallida dell'altra. Essere uccisi per pochi euro. Andare in galera per pochi euro. Un paese come il nostro dove niente succede tranne qualche tradimento matrimoniale, o qualche lite di confinei tra terre o case,(malattia cronaca dei pallagoresi), che ha arricchito un solo avvocato, oltre questo non succedeva niente. Adesso bombardati mattina e sera dal TG che da notizie di questo genere, adesso anche in paese avevamo il giallo, che per fortuna o sfortuna e' durato poco.Una cosa bisogna sottileneare chi fa male prima o poi lo paga o lo riceve. Dopo che pubblichiamo questi due link, metteremo una pietra sopra, a questa squallida storia, ed invece di fare gli indifferenti, e gli ipocriti, diamo una mano a qualche discraziato che ha problemi di sopravvivenza o di esistenza, don Pietro Paletta, fa il possibile ed a volte l'impossibile, ma se qualcuno che legge qui, ha bisogno di pochi euro per sfamarsi, lo faccia sapere provvederemo noi a titolo di amicizia, anche se siamo basati in Australia. Non vogliamo il ripetersi simili storie, vogliamo riprenderci quell'onore perso, cioe' che Pallagorio non c'e' bisogno di Carabinieri, o Polizia perche' nulla accade. Direzione 
  • Ecco il Link della tragica notizia basta cliccarci alla parole:Trasferiscimi alla traggica notizia.
  • Ecco il Link della tragica notizia basta cliccare alla parola: Trasferiscimi alla Tragica notizia (2)
  • CITTA' DEL VATICANO - Il papa all'udienza generale prega per il "dono" della
    beatificazione e il prefetto per le cause dei santi ricorda che per Wojtyla la
    "corsia preferenziale" c'é già stata e ora serve accuratezza e tempo. Alla
    vigilia del quarto anniversario della morte di Giovanni Paolo II, il Vaticano
    getta acqua sul fuoco sulle speranze polacche di vedere il papa slavo
    beatificato entro pochi mesi, magari nell'aprile 2010, nel quinquennio della
    morte. Speranze riaccese alcune settimane fa dalle dichiarazioni del cardinale
    Stanislao Dziwisz, oggi arcivescovo di Cracovia e per quasi quaranta anni
    segretario di Karol Wojtyla. Mons. Angelo Amato, prefetto della Congregazione
    per le cause dei santi, ha ribadito che la causa per Giovanni Paolo II ha già
    avuto la sua "corsia preferenziale" quando papa Ratzinger ha derogato ai cinque
    anni dalla morte richiesti dal codice canonico per aprire il processo. "Non
    possiamo prevedere tempi precisi" per la conclusione dell'iter, ha affermato
    Amato, e tutte le fasi, compresi gli esami del miracolo, vanno espletate "in
    modo particolarmente accurato". A quattro anni da quella sera di aprile in cui
    decine di migliaia di persone in preghiera sotto la sua finestra accompagnarono
    le ultime ore di vita di Karol "il Grande", il miracolo scelto dalla
    Congregazione vaticana per avvalorare la beatificazione è la guarigione di una
    suora francese affetta dal Parkinson, lo stesso che funestò l'ultimo decennio
    della vita di Wojtyla: il morbo tolse la forza all'atleta di Dio e il passo al
    viaggiatore instancabile mentre l'estremo affronto al papa-comunicatore fu la
    perdita della parola. All'approssimarsi dell'anniversario si moltiplicano
    comunque le segnalazioni di miracoli o presunti tali e non è chiaro quanti di
    questi siano all'esame della Congregazione vaticana. Intanto, in barba alle
    decisioni vaticane, in Polonia non rinunciano a sperare per Giovanni Paolo II
    presto beato, tanto che un sito Internet ha avviato una petizione invocando
    "Wojtyla santo subito". Delusa sui tempi del processo, l'opinione pubblica
    polacca ha riesumato la pista russa per l'attentato dell'81 in cui Alì Agca
    ridusse Wojtyla in fin di vita. Mentre il card. Dziwisz ha gettato lumi sulle
    ultime frasi pronunciate dal papa morente: quando disse "lasciatemi andare alla
    casa del Padre" non intendeva rifiutare le cure, ma esprimeva il suo desiderio
    di riunirsi a Dio. "Vi ho cercato e ora voi siete venuti da me", inoltre, la
    frase rivolta ai giovani in preghiera sotto la sua finestra, secondo Dziwisz fu
    pronunciata non esattamente in punto di morte, ma prima. Domani il papa
    commemorerà il suo predecessore con una messa in San Pietro. Santo nella
    convinzione di tutti, non ancora santo per la legge canonica, Giovanni Paolo II
    è venerato in tutto il mondo e il ricordo dei suoi quasi 27 anni di regno, dei
    viaggi tra i popoli della terra, dei gesti storici e della grande umanità non
    sembra sbiadire con il trascorrere del tempo. E Dziwisz propone: sia patrono dei
    diritti umani e delle nazioni.
R.P.C.


Wednesday, ApriWednesday 1, 2009

  • Pallagorio- Oggi il tempo e' nuvoloso, la nostra corrispondente dal paese ci informa che in paese il giovane Antonio Ruggiero, ha cercato di togliersi la vita, tentando di far riempire col gas  l'appartamento assegnatogli dal comune nella Ina Casa, in  piazza Molinaro (Villetta). Sono intervenuti i Carabinieri e i tecnici del gas per scongiurare il peggio, cioe' far saltare in aria l'intero edificio. Si cerca di capire se il gesto sia collegato con i fatti di cronaca avvenuti nel paese, intanto la persona in questione si trova piantonata in ospedale. Sul Crotonese on line il giornale della provincia mette, il paesino in prima pagina ecco il link della notizia :dal Crotonese"Anziana strangolata a Pallagorio"
  •  CROTONE. È stato sottoscritto
    un protocollo d’intesa tra il Comune di Crotone e il Ministero della Difesa. La
    finalità è informatizzare la richiesta di documenti matricolari da parte dei
    cittadini. A firmare l’atto, per il Comune di Crotone, è stato il Sindaco
    Peppino Vallone e, per il Ministero della Difesa, il Colonnello Salvatore
    Rampulla, Comandante del Comando Militare Esercito “Calabria”. Era presente il
    Dirigente del Settore Affari Generale del Comune Domenico Clausi “Lo scopo del
    protocollo d’intesa - si legge in un comunicato - è quello di avvicinare sempre
    più il cittadino alle istituzioni rendendo maggiormente fruibile l’erogazione di
    servizi alla collettività. L’operazione, peraltro, consentirà di fornire
    informazioni adeguate ai giovani sui concorsi banditi dalle Forze Armate. La
    collaborazione tra Comune riduce drasticamente i tempi di attesa per il rilascio
    di documentazione ed abbatte i costi per i cittadini. Soddisfazione è stata
    espressa sia dal Sindaco Peppino Vallone che dal Colonnello Rampulla per questa
    intesa che sottolinea l’opportunità di una sempre maggiore sinergia tra le
    istituzioni”. “È un servizio che va nella direzione di favorire i cittadini - ha
    dichiarato il Sindaco Vallone - che non avranno più l’obbligo di recarsi fuori
    città per ottenere questo tipo di certificazione”. Presso l’ufficio anagrafe
    comunale infatti sarà realizzato un corner point internet per il collegamento
    Comune - Comando Militare “Calabria”, per consentire l’invio e la ricezione
    delle istanze dei giovani interessati ai vari concorsi della Difesa e
    consentire, con il medesimo sistema, la ricezione delle copie dei fogli
    matricolari richieste dai cittadini Il Sindaco Vallone oltre ad auspicare
    ulteriori forme di collaborazione ha, tra l’altro, sottolineato l’impegno
    umanitario dell’esercito e anche il ruolo formativo che lo stesso svolge nel
    nostro paese
  • Mumbai trains kill 17 every day




    PASSENGERS forced to cling to the sides of Mumbai's
    rush-hour trains because there is no room inside will tell you that as commutes
    go, theirs is a killer.


    And they aren't joking: 17 people died every weekday on the city's suburban
    rail network last year - a record for what may well be the world's deadliest
    stretch of track.

    Details of the death toll confirm the horror stories
    told by veteran commuters in India's financial capital, a group long inured to
    the sight of body parts littering the line.


    The figures, which were obtained for The Times using India's Right to
    Information Act, show that the maximum fatalities - 3,443 out of a total of
    4,357 in 2008 - were caused by people being knocked down by trains while
    trespassing on the tracks.

    The next biggest portion of deaths - 853, or
    more than three every working day - were of passengers who fell (or were pushed)
    from carriages, which have no doors and are often crammed dangerously full.


    Another 41 people perished after being battered by trackside poles while
    hanging out of overcrowded trains. Twenty-one were electrocuted by power cables
    as they sat on the roof - a location often chosen to avoid paying for tickets
    that cost only pennies.

    Even after taking into account the frequent
    timetable disruptions caused by railway deaths, the level of congestion on the
    city's roads means that the trains' attractions outweigh the dangers.


    “A 45-minute train journey across town can easily take more than two hours by
    car,” said Indranil Mukherjee, a news photographer who relies on the railway as
    the fastest route to reach breaking stories

R.P.C.

Monday, March 30, 2009
  • Pallagorio- Oggi il tempo sembra cambiato in meglio si vede il sole, ma dal paesino che tutti conosciamo e teniamo a cuore diamo notizie tristi ed allarmanti. Nel giro di poche settimane sono decedute quattro donne anziane, l'ultima purtoppo non sembra una morte naturale ma trattasi di omicidio, riguarda la Sig Teresa Ammirati, madre del prof.Pontieri scomparso in giovane eta'. Ieri sera nella chiesa madre si sono svolti i funerali, dove come di costume tutti partecipano lasciando da parte colori politici e nemicizie, il prete Don Pietro nell'omelia ha evidenziato la sofferenza della Ammirati, che brutalmente ha dovuto cedere alla forza del male. Nei crocchi di persone, che stavano fuori la chiesa, come di solito accade in fatti di minor gravita ci cerca di costruire l'accaduto. Si diceva che la signora  Teresa il giorno prima era scesa in banca a riscuotere la pensione, e come tutti sanno la banca locale e' chiusa e molti clienti che hanno il conto aperto scendono a Casabona per riscuotere o depositare. Ha dare l'allarme alle autorita' e' stato il vicinato che non ha visto la signora uscire di casa, in seguito alla scoperta del cadavere e alla conferma dell'autopsia, la morte sembra essere giunta per soffocamento o percosse ( QUESTO E' IL TAM,TAM CHE GIRA TRA LE PERSONE) di certo e' che le autorita di Verzino, Crotone hanno posto sotto seguestro l'abitazione, e preso rilievi o impronte per risalire allo squilibrato che si e' accanito sulla povera Ammirati. Prima in paese all'imbrunire c'erano poche persone in giro, ora che siamo nell'occhio del ciclone, sembra che ci sia il coprifuoco. Un paese che fino a qualche giorno fa  poteva vantare la calma assoluta ed estraneita' a cronache nere, ora tutto di un colpo ci ritroviamo insicuri e vulnerabili. Per la maggiore gli anziani,  specie se vivono da soli possono essere preda di qualche sciacallo che non si cura della vita umana, ma guarda  quei pochi euro di pensione, come la soluzione dei problemi. Il problema e' : che abbiamo molti scansafatiche, che credono nel pezzo di carta, diploma e laurea come la soluzione, mentre qui in paese la realta' e' diversa, in campagna ci vanno solo poche persone, eppure a tavola a mezzogiorno si mangia, il cellulare a portata di mano, e la macchina anche, ma chi paga tutto questo? La risposta e' semplice e la lasciamo a voi capire. C'e' la disoccupazione intelletuale, c'e' l'inerzia politica, c'e' la disperazione di chi vive e fa fatica ad arrivare al 27, ormai il nostro paesino e' come un orologgio ad ingranaggi i quali non vengono  piu' oliati, e questi ingranaggi fanno fatica ad andare avanti, chi dava la corda e' partito via, abbiamo una carica per pochi anni ancora, poi faremmo bene ad accorparci a qualche comune limitrofo che funziona, prima che la paura, prenda il sovravvento e diventi un paese disabitato. (Caterina).

  • Ci giungono i saluti del professore Enrico Ferraro, riportiamo sua e.mail.:  "Caro Eugenio è sempre un piacere visitare il tuo sito e altrettanto 

    inviarti i miei più cordiali saluti estensibili alla tua famiglia 

    compreso tuo PADRE. Enrico"
Risposta: Egr. prof.Enrico Ferraro,
ricevere i suoi saluti, e come ricevere un'abbraccio da un vero amico, anche se non scrivo spesso  su Pallacom, sono presente e partecipo volentieri questo e' dovuto ad una mole di impegni, che non mi danno tregua. Spero di fare visita al paese quest'anno e di vederLa di persona nel frattempo girero' i saluti a mio padre che lo renderanno molto felice, e sicuramente mi incarichera' di dire:" Cur t scruan Fallurm Ferrari, duai t vir te gora t jem" .
Saluti da tutti noi
Eugenio Perrti.


R.P.C.

Sunday, March 29, 2009

  • CROTONE. Saranno consegnate a
    tutti i genitori che ne hanno fatto richiesta le prime speciali carte di
    identità che il Comune di Crotone ha realizzato nell’ambito dell’iniziativa “Un
    albero per ogni bambino”. Oggi 29 marzo 2009 alle ore 11 è in programma
    una cerimonia che si terrà nella sala del Consiglio Comunale, “Il Comune di
    Crotone - si legge in una nota - ha inteso operare con questa iniziativa un
    rilancio degli interventi attuativi previsti dalla legge 113 del 1992 alla quale
    va riconosciuta una chiara funzione di promozione della sensibilità ambientale e
    di apparentamento tra singoli cittadini ed elementi del verde urbano, nonché di
    incremento del patrimonio arboreo del territorio cittadino. L’amministrazione
    comunale per incrementare la cultura del verde - prosegue il documento - ha
    promosso una campagna di adesione destinata a tutti i genitori di bambini, che,
    anche dopo i dodici mesi dalla registrazione anagrafica e fino ai primi due anni
    di età, faranno richiesta di “affidamento” simbolico dei nuovi alberi. Proprio a
    tale scopo sono stati messi a dimora, in varie zone della città, fino ad oggi,
    trecentododici nuovi alberi di varia tipologia (platani, limoni, ibischi,
    nespoli, ficus, carrubi, ligustri, lecci, mimose) rispettando la flora
    preesistente assicurando, nel contempo, le condizioni ottimali alle nuove
    piantumazioni”.
  • (Sport) Esordio da incorniciare per la Brawn GP che, dopo le aspre polemiche dei giorni
    scorsi e la doppietta nelle qualifiche del sabato, si è confermata la monoposto
    più in forma del momento. Jenson Button, scattato in prima fila insieme a Rubens
    Barrichello, ha dominato dal primo all’ultimo giro il GP d’Australia,
    appuntamento inaugurale della stagione 2009, proprio davanti al compagno di
    scuderia brasiliano. Per il britannico si tratta della seconda vittoria dopo
    quella ottenuta all’Hungaroring nel 2006 in condizioni climatiche molto
    difficili.

    E se il team di Brackley sorride, a Maranello c’è poco di cui
    essere contenti: fuori per problemi tecnici entrambe le Ferrari, mentre per Kimi
    Raikkonen anche un testacoda. Almeno l’anno scorso, nonostante il ritiro delle
    due rosse per problemi al motore, il finlandese era riuscito a raggranellare un
    punticino grazie alla squalifica di Barrichello. Sul podio anche Jarno Trulli
    (Toyota), partito dalla pit-lane dopo la retrocessione in ultima posizione per
    l’utilizzo di un’ala flessibile posteriore irregolare.

    Insperato quarto
    posto per l’iridato in carica Lewis Hamilton (McLaren) che è risalito dalle
    retrovie approfittando poi nelle battute conclusive dell’incidente tra Sebastian
    Vettel (Red Bull) e Robert Kubica (BWM-Sauber) – gli unici in grado di tenere il
    passo delle Brawn – che si sono eliminati a vicenda a tre giri dalla bandiera a
    scacchi mentre stavano lottando per il secondo posto. In quel momento il polacco
    era il più veloce dei primi tre.

    Per questo motivo la gara è terminata
    praticamente in regime di safety car (la ripartenza è, infatti, avvenuta a pochi
    metri dal traguardo). A punti Timo Glock (Toyota), Fernando Alonso (Renault),
    Nico Rosberg (Williams), e Sebastien Buemi (Toro Rosso). Un ottimo piazzamento
    per l’unico debuttante del 2009.

    L’ordine di arrivo resta comunque
    sub-judice in attesa del pronunciamento della Corte d’appello della Fia sul
    ricorso presentato da Ferrari, Renault e Red Bull contro la decisione degli
    steward di rigettare il reclamo sulla presunta irregolarità degli estrattori di
    Brawn GP, Toyota e Williams. La controversia si chiarirà il 14 aprile prossimo a
    Parigi. Il circus si sposta ora a Sepang per il GP della Malesia, in programma
    tra una settimana

  • Collated results from the Australian Grand Prix here
    today (58 laps):


     1. Jenson Button (ENG/BRA) 1hr 34min 15.784sec


     2. Rubens Barrichello (BRA/BRA) +0.807


     3. Jarno Trulli (ITA/TOY) 1.604


     4. Lewis Hamilton (ENG/MLA) 2.914


     5. Timo Glock (GER/TOY) 4.435


     6. Fernando Alonso (ESP/REN) 4.879


     7. Nico Rosberg (GER/WIL) 5.722


     8. Sebastien Buemi (SUI/TOR) 6.004


     9. Sebastien Bourdais (FRA/TOR) 6.298


    10. Adrian Sutil (GER/FOR) 6.335


    11. Nick Heidfeld (GER/BMW) 7.085


    12. Giancarlo Fisichella (ITA/FOR) 7.374


    13. Mark Webber (AUS/RBR)  1 lap


    14. Sebastian Vettel (GER/RBR)  2 laps


    15. Robert Kubica (POL/BMW)  3 laps


    nc. Nelson Piquet (BRA/REN)  34 laps


    nc. Kazuki Nakajima (JPN/WIL)  41 laps


    Note: other drivers were not classified




Saturday, March 28, 2009




  • Il britannico della Brawn GP scatterà in prima fila insieme al compagno di scuderia Barrichello. Terzo tempo per Vettel davanti a Kubica, Rosberg e Glock. Qualifiche deludenti per la Ferrari in settima e nona posizione con Massa e Raikkonen. Fuori dalla top 10 Hamilton, Kovalainen e Alonso.

  • Ecco alcuni video da poter vedere cliccare sulle parole in Blu: Arrivando al Circuito   altro video clip compressato al massimo e leggero di file e':Il Circuito   ci auguriamo che possiate vederli con Media Player.

  • Servizi sulla Formula Uno sezione Sport.

  • Pallagorio: Oggi e' una giornata nuvolosa, la nostra corrispondente Caterina ci informa che e' deceduta la Sig.Teresa Ammirati, la madre del prof Pontieri scomparso lo scorso anno, e' stata trovata morta dalle autorita' locali, i vivini ne avevano dato l'allarme. Dopo l'autopsia eseguita a Crotone per stabilire le cause della morte, la salma ha fatto ritorno in paese e presto ci saranno i funerali. Pallacom e tutto lo staff invia condoglianze ai parenti. Giorni fa si e' spenta anche la Sig. Spezano Rosina, i funerali sono gia stati eseguiti, era ammalata e veniva assistita dalla figlia. Condoglianze anche alla famiglia Spezzano. Naturalmente questi decessi verranno annunciati nelle apposite sezioni e allestiti spazi per le condoglianze.

R.P.C.





Thursday, March 26, 2009



  • ROMA - "Già ora i sondaggi indicano il Popolo della libertà è al 43%,
    noi puntiamo a fare un partito del 51% e io sono personalmente sicuro
    che ci arriveremo". Lo ha ribadito il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi
    intervenendo a 'Panorama del giornò su Canale 5. Berlusconi ha aggiunto
    che il nuovo partito unico del centrodestra "sarà il partito di tutti
    gli italiani, in particolare di tutti quegli italiani che non si
    riconoscono nella sinistra".

  • Voghera (Pavia) - Il destino
    si accanisce di nuovo con un ko mortale contro un campione di pugilato.
    Stavolta il colpo non arriva sul ring, ma in uno spaventoso incidente
    d'auto avvenuto ieri sera vicino a Voghera, in provincia di pavia: la
    sua auto si è chiantata contro un camion. Lo sport italiano piange
    Giovanni Parisi, in arte 'Flash': il soprannome, a cavallo tra la fine
    degli anni '80 e l'inizio dei '90, se l'era guadagnato per quel destro
    rapido e potente che sapeva assestare in aggiunta alla sua boxe molto
    tecnica. Ma sul quadrato la sua carriera non fu certo una meteora, dal
    titolo olimpico di Seul fino alla sfida mondiale a Chavez, a Las Vegas.



    Quarantadue anni, nato a Vibo Valentia ma da un trentennio residente a
    Voghera, Parisi aveva anche provato un ritorno alla sua nobile arte nel
    2006, dopo una carriera di pugni, vittorie, ko e polemiche. Come quando
    la consegna del collare d'oro per quel successo olimpico nel 1988 - un
    ko nella finale dei piuma contro il romeno Dumitrescu - fu accolta con
    una battuta sprezzante: 'ora manca che mi diano il collare'. Timido,
    schivo, leggero e molto tecnico in linea con la scuola italiana del
    pugilato, Parisi aveva combattuto 47 incontri, e ne aveva vinti 41 di
    cui 29 per ko. Solo cinque le sconfitte, di cui tre volte per essere
    andato al tappeto, e un pari.




    Il suo palmares comprendeva, oltre all'oro di Seul, due titoli mondiali
    WBO, quello dei leggeri detenuto dal '92 al '93, e quello dei
    superleggeri, tra il '96 e il '98. Rivale in Italia di Gianfranco Rosi,
    Parisi non era rimasto nei limiti del ring tricolore: nel '95 esporto'
    i pugni italiani oltre Oceano, combattendo sul ring di Las Vegas contro
    il messicano Julio Cesar Chavez. "Per me è una perdita dolorosissima -
    ricorda oggi Franco Falcinelli, presidente della federpugilato e
    nell'88 commissario tecnico di quell'Italia di cui Parisi fu simbolo
    olimpico - Ricordo ancora quando, finito il match, Giovanni alzò le
    braccia al cielo e dedicò la medaglia d'oro alla madre scomparsa da
    poco". Sofferenza e dedizione per rimanere nel peso. E grandissima
    determinazione. Questo, ricorda il suo ct degli anni d'oro, era Parisi.
    Finché il destino non lo ha colpito duro incrociandolo su un'autostrada
    di Voghera, costringendolo a scendere definitivamente dal ring. Quello
    della vita.


  • Vivi in anteprima il mondiale di formula uno clicca la sezione Sport o clicca Trasferiscimi allo Sport
R.P.C.





Wednesday, March 25, 2009



  • Da oggi la sezione dello sport sara' aggiornata quotidianamente per informare i nostri utenti in anteprima sul Gran Prix di Melbourne, cosi facendo daremo piu' spazio ai nostri servizi in italiano e in Inglese, senza annoiare i nostri utenti, qui nelle news (notizie) ci sara un link e un breve riassunto....Trasferiscimi al Mondiale di Formula Uno

  • (ANSA) - BERLINO, 24 MAR - Michael Schumacher sara' ai box
    Ferrari, domenica al Gp di Melbourne, per dare consigli agli
    ingegneri della Ferrari.
    Lo rivela il suo manager, Willi Weber. 'Con le ultime
    novita' sui regolamenti - spiega Weber - Michael potra'
    aiutare gli ingegneri a capire meglio la vettura. Questo
    sara' il suo compito. Loro avranno la necessita' di valutare
    i dati e l'esperienza di Michael sara' molto importante in
    tal senso'. Schumi sara' anche a Kuala Lumpur per il Gp
    della Malaysia.

  • CROTONE. Dal prossimo 8
    aprile saranno operativi collegamenti aerei giornalieri da Roma a Crotone e
    viceversa che potranno essere prenotati già nei prossimi giorni. Lo rende noto
    l’aeroporto Sant’Anna di Crotone che annuncia di aver concluso oggi un accordo
    con Italiatour Airlines. “È questo - si legge in una nota - il risultato
    dell’accordo tra il socio privato e l’Amministrazione Provinciale di Crotone,
    socio pubblico di riferimento, che con un contributo straordinario ha di fatto
    reso possibile il raggiungimento di un obiettivo di grande importanza per i
    collegamenti del territorio e per il suo sviluppo economico, soprattutto se si
    considera che la stagione estiva è ormai alle porte. L’intesa riguarda anche il
    rilancio complessivo dell’aeroporto e i nuovi asset che ne caratterizzeranno la
    gestione. Per chiudere definitivamente la fase della precarietà e
    dell’incertezza, occorrerà nei prossimi mesi l’impegno di tutti i Comuni serviti
    dalla struttura aeroportuale, a partire dal Comune capoluogo e da quello di
    Isola Capo Rizzuto, e, altresì, delle Amministrazioni provinciali di Catanzaro e
    Cosenza, parimenti interessate alla riapertura delle operazioni di volo in
    ragione della vicinanza di alcuni centri urbani di quelle province allo scalo di
    Sant’Anna. La notizia - continua la nota - non può che essere accolta con
    estremo favore dagli operatori economici, dalle pubbliche amministrazioni, da
    tutti i cittadini che vivono il disagio degli spostamenti a media e lunga
    distanza in un territorio così penalizzato dal sistema dei trasporti e della
    mobilità Anche l’Amministrazione provinciale, con alla testa il presidente
    Iritale, esprime soddisfazione per aver contribuito in maniera decisiva alla
    conclusione di un accordo lungamente atteso e auspica che il suo generoso sforzo
    finanziario sia ricompensato dalla positiva ricaduta economica e sociale del
    ripristino ad usi civili di una infrastruttura fondamentale per tutta la
    provincia. Il socio privato, da parte sua, riconferma l’impegno strategico allo
    sviluppo dell’aeroporto ricercato con una stretta collaborazione con gli enti di
    riferimento territoriali e con l’impegno manageriale teso a velocizzare la
    conclusione delle procedure del bando di imposizione di Oneri di Servizio
    pubblico, e ad assicurare - conclude la nota - ulteriori collegamenti previsti
    per l’estate con servizi a supporto della domanda turistica del territorio”.


  • DESPITE the celebratory vibe in Melbourne
    yesterday, Mark Webber was hardly full of optimism at the launch of the
    Australian Grand Prix.





    Australia's lone F1
    driver declared that his Red Bull car had already been overtaken by its
    rivals before the season had begun. "The others have developed better
    than we have," Webber said.



    While Webber's car had shown early promise, the landscape has
    changed - from the shape of the cars to the tyres and aerodynamics.
    Webber conceded that the basic set-up of the Red Bull car suited his
    new team-mate Sebastian Vettel's driving style better than his own.



    The 32-year-old also admitted he had never encountered such a close pre-season.



    "It is really difficult to read who is doing what," he said. "I think it is too close to call.



    "You would expect McLaren maybe to have done a bit more, going by
    the testing over the last few years. But apart from that, we all know
    they are more than capable of turning up in Melbourne and spanking
    everyone."



    Webber revealed he had also broken his shoulder in the cycling
    accident late last year in which he broke his leg. He limped on to the
    stage at Federation Square to admit he hadn't disclosed the full extent
    of the injuries he sustained in a mountain-biking accident during his
    annual charity Tasmania Challenge last November.



    Webber joined some of the greats of motor racing in questioning the
    winner-takes-all system of deciding the world drivers' championship
    that was to have been introduced this year.



    The changes have since been postponed for 12 months following an
    outcry from teams and drivers. Under rules framed during the
    off-season, the No1 driver was to have been the man who won the most
    races, rather than the traditional system of awarding the title to the
    highest points scorer over the year.



    Webber's gripe is that the rule will punish drivers who are consistent but fail to win many races.



    The Australian said BMW driver Robert Kubica provided an example of why the rule is bad.









Tuesday, March 24, 2009



  • SYDNEY - Ancora uno spiaggiamento di massa di balene in Australia,
    stavolta sulla costa occidentale del continente, 300 chilometri a sud
    di Perth. Decine di volontari sono all'opera a fianco dei ranger per
    cercare di stabilizzare e poi ricondurre in mare 25 balene
    sopravvissute, sulle 80 che si sono arenate la scorsa notte nella
    Hamelin Bay, presso la foce del Margaret River.

    Le false
    balene killer, o pseudorca, insieme con alcuni delfini dal naso a
    bottiglia, sono stati scoperti dai surfisti stamattina, dispersi lungo
    cinque chilometri di spiaggia. Molti dei mammiferi morti si sono feriti
    contro gli scogli. Altre 10 sono ancora in acqua, ma rischiano a loro
    volta di arenarsi. Un portavoce del dipartimento dell'Ambiente ha detto
    che le operazioni di soccorso sono ostacolate dal maltempo, ma si spera
    che le balene superstiti possano essere guidate allargo entro la
    notte.

  • La Tata Motors ha presentato a Mumbai la mini-vettura "Nano" prezzo base circa 1.500 euro, arriverà in europa nel 2011

  • MILANO - Impegnata in prima persona nella lotta all'Aids in Africa con
    la campagna 'Sing', Annie Lennox non ha apprezzato le parole
    pronunciate dal Papa in merito all'uso dei preservativi e al modo in
    cui combattere l'Hiv con l'astinenza. In Italia per presentare il suo
    'The collection', la cantante britannica non usa mezzi termini: "Credo
    sia stato un commento incredibilmente stupido, l'ho trovato
    irresponsabile e non capisco perché lui pensi che le persone non
    debbano indossare i preservativi", ha detto ad Agr l'ex vocalist degli
    Eurythmics. "Sappiamo tutti che l'unico modo per praticare sesso sicuro
    è usare i preservativi e questo suo dire alle persone che dovrebbero
    astenersi dal fare sesso, sfortunatamente, è come uno struzzo che mette
    la testa nella sabbia. Sono indignata", ha aggiunto la Lennox.


  • Briton Jensen Button is a surprise favourite for Sunday's
    Formula One season-opening Australian Grand Prix after his new
    Brawn GP team blitzed rivals in pre-season practice.



    Sportingbet Australia boss Michael Sullivan said Brawn GP had
    been enormous shorteners for both the opening race of the season
    and the constructors' championship.



    "Jensen Button is a $4.75 favourite to win at Albert Park when
    realistically we gave him no hope just a few weeks ago," Sullivan
    said.



    "Their pre-season pace was unbelievable and Brawn have shortened
    from $41 to $7.00 to win the constructors' championship in their
    first year after taking over from Honda which would be an amazing
    effort."



    Pre-season testing is often an unreliable preview of the Formula
    One season.



    But, along with several of the sport's heavy hitters such as
    Ferrari and McLaren-Mercedes, the betting agency believes that the
    speed the cars showed at trials in Spain reflects their
    competitiveness.



    Brawn rose from the ashes of Honda when the Japanese car maker
    pulled out of F1 due to the global economic downturn.



    Honda drivers Button and Brazilian Rubens Barrichello were
    retained by Ross Brawn, the ex-Honda technical chief, who bought
    the team and renamed it after himself.



    The Brawn cars have been the surprise package of testing ahead
    of the season-opening race at Albert Park.



    Button has shown a clean set of tyres to the traditional
    pacesetters and, with fresh rules applying which should even out
    the field, there is massive support for the new outfit.



    Sullivan said Ferrari teammates Kimi Raikkonen and Felipe Massa
    were next in betting just ahead of Fernando Alsonso and Button's
    teammate, Rubens Barrichello.



    "The Ferraris are second and third favourite and they do look
    the obvious dangers with 2008 champion Lewis Hamilton a little off
    the pace in early testing,"



    Australian Mark Webber is currently a $51 chance to win the race
    and $15 for a podium spot.



    "We will all be cheering for Webber but realistically he will
    need a lot of casualties in front of him to feature on the podium,"
    Sullivan said.



    Australian Grand Prix betting market Jenson
    Button (Brawn) 4.75 Kimi Raikkonen (Ferrari) 5.50 Felipe Massa
    (Ferrari) 6.50 Fernando Alonso (Renault) 6.50 Rubens Barrichello
    (Brawn) 7.00 Lewis Hamilton (McLaren) 9.00 Robert Kubica (BMW)
    11.00 Sebastian Vettel (Red Bull) 21.00 Nick Heidfeld (BMW) 21.00
    Jarno Trulli (Toyota) 34.00 Timo Glock (Toyota) 34.00 Heikki
    Kovalainen (McLaren) 41.00 Nico Rosberg (Williams) 41.00 Mark
    Webber (Red Bull) 51.00 Others 67.00 Plus

R.P.C




Sunday, March 22, 2009(Cimitero foto di E.Perri)



  • Pallagorio: Ieri e' venuta a mancare,all'affetto dei figli e del marito Michele Basile (ex cantoniere di Casabona) , Zza Emilia Santoro, alla veneranda eta' di 88 anni. Oggi pomeriggio ci saranno i funerali. La sig. Emilia Santoro morta per vecchiaia, era una signora che salutava tutti quelli che incontrava, aveva sempre un semplice sorriso, e sempre aveva parole buone per tutti, in giovinezza abitava alla Lina Casa, da pocchi anni stava nel sua casa nuova dietro le scuole elementari. La redazione di Pallacom invia le piu' sentite condoglianze al marito e tutti i figli. La notizia verra' riportata nelle sezioni del sito dedicate ai pallagoresi che ci lasciano.

  • Pallagorio: Tempo freddo, riggido con piggia e neve, la temperatura invece di essere primaverile e' invernale, venerdi scorso anche i commercianti del mercato settimanale hanno abbandonato il Corso Carmine per il troppo freddo e poca gente in giro. Tutti sono a casa davanti ai caminetti  e televisori. Circolano solo quelli che hanno la macchina e qualche anziano piu' forte. Gli allevatori sono quelli che stanno passando un periodo brutto dato il maltempo che non da tregua, e sono costretti a dare foraggio alle bestie per tenerle in vita. (Le notizie ci giungono tramite la corrispondente in loco, Caterina).
R.P.C.




Saturday, March 21, 2009




  • IT MIGHT somehow be possible to feel sorry for Douglas Jardine,
    what with all the pressure of trying to stop the rampant Donald
    Bradman. Maybe the bloke who poisoned Phar Lap was only following
    orders. But can you spare a tear for Bernie Ecclestone?



    Even the greatest formula one tragic will admit to mixed
    feelings about the sport's all-powerful tsar. Those who have been
    appalled as Ecclestone executed his game of brinkmanship —
    playing Adelaide off against Melbourne and Melbourne off against
    any number of rich Asian and Middle Eastern cities — consider
    Ecclestone to be sport's Bad Santa.



    Every year excited Victorian Government officials wrap millions
    of dollars — a reported $47 million this time — and leave
    it under the tree. Then, in late March, Bad Santa climbs down the
    chimney and puts it in his sack leaving behind his increasingly
    costly carnival of cars and a complementary ring-binder in which to
    place the annual economic benefits statement used to justify the
    taxpayer dollars.



    Bad Santa is not sure if he will be in Melbourne for the
    season-opening race. He said he hoped to drop in but he has a lot
    on his plate.



    Perhaps that is because — unusually for this time of year
    — Ecclestone is about to have a lot less in his bank account.
    Last week his wife of 24 years, Slavica, filed for divorce in a
    London court. That was sad for the 78-year-old who told London's
    Daily Mail he still loves the woman 28 years his junior who
    he met while she was modelling at a grand prix; tragic for
    photographers for whom shots of the 159-centimetre Ecclestone and
    his 188-centimetre wife were sure-fire knee-slappers.



    Heartstrings tugged yet? Then the fact much of Ecclestone's
    £2.4 billion ($A5 billion) fortune is tucked in foreign
    accounts under his wife's name to exploit the tax benefits of her
    status as a non-domiciled UK resident, and that he stands to lose
    £1 billion ($A2.1 billion) in the divorce settlement, probably
    won't have you reaching for the Kleenex.



    What Ecclestone makes of this unfortunate ending to what was,
    simultaneously, one of sport's highest and lowest profile
    marriages, we cannot tell you first-hand. Divorce was the one
    subject off-limits when Ecclestone took a conference call with a
    handful of Australian journalists.


    What we could deduce was that, even at 78, you wouldn't bet
    against Ecclestone getting his billion back the old-fashioned way
    — by popping down some chimneys



  • IT took Jamie Whincup a tick over 81 seconds
    to signal his intentions he was not about to abdicate his V8 crown on
    the streets of Adelaide without a fight.

    Whincup scorched
    the Clipsal 500 3.2km circuit today to grab pole position for the
    weekend, dominating both in qualifying and coming out fastest in the
    top 10 shootout.

    The
    defending Supercar champion made it clear that he wants to become the
    first driver in the category to win in Adelaide for a third year in a
    row in setting the early pace during morning practice.

    He currently has a share of the record with the newly retired Mark Skaife and Marcus Ambrose.

    The
    Team Vodafone driver put his fire engine red and chrome FG Falcon on
    pole in its first V8 outing as the Blue Oval marque grabbed the first
    three spots on the grid for tomorrow's opening 250 race in qualifying
    later in the day.

    Whincup's 1:21.8123 seconds lap edged out
    Ford Performance Racing's Mark Winterbottom (1:21.9829s), while
    Vodafone team-mate Craig Lowndes was third quickest in a time of
    1:22.0668s.

    Garth Tander, who lost the V8 championship crown
    to Whincup last year, qualified the first of the Holdens in fourth
    place in 1:22.1887s.

    The Holden Racing Team driver will share the second row of the grid with Lowndes for tomorrow's opening race.

    Under
    new rules for qualifying this year, the grid positions determined today
    will also carry over into Sunday's second 250km race regardless of
    where they finish tomorrow.

    Two major crashes marred practice and qualifying today.

    Rookie
    Dale Wood slammed his Holden into a wall at high speed during practice,
    while Cameron McConville also clipped a wall in his BOC Gases
    Commodore.

    Fortunately for both they walked away uninjured,
    but both team mechanic face a race against time to have the cars ready
    for tomorrow's opening race.

  • La pioggia domina nel resto della regione

    (ANSA) - CATANZARO, 21 MAR - Primavera solo sul calendario in
    Calabria: e' nevicato la notte scorsa sui rilievi e nel resto
    della regione domina la pioggia. A Camigliatello, nella Sila
    cosentina, dove il termometro e' andato sotto lo zero, ci
    sono oltre 20 centimetri di neve. Stessa situazione anche a
    Lorica. Imbiancate le cime della Sila piccola catanzarese e
    crotonese fino alle zone di alta collina. Nevica a Gambarie.
    Sull'A3 Salerno-Reggio rimane in vigore la deviazione per i
    mezzi pesanti da Lagonegro.
R.P.C.




Friday, March 20, 2009



  • Melbourne- Il circuito allestito ogni anno ad Albert Park e' quasi pronto, il transennamento e quasi ultimato cosi le tribune e i soprapassaggi per la folla che attraversa la grande arteria di Dandenong  Rd per recarsi al parco e godersi il primo gran premio della stagione. Quest'anno alcune regole sono cambiate la prima e' che vincera' il pilota che si aggiudica piu' vittorie dei G.P. solo in caso di parita' si vedra' il punteggio accumuilato durante il mondiale. Altra novita' e' che fino adesso qui si e' gareggiato alle ore 13.00  in Europa sono le 5.00 del mattino, quest'anno si iniziera' a correre alle 15.00 in Italia sono le ore 7.00 del mattino, un bel modo per fare colazione e vedersi in Gran Premio di Melbourne che detiene il primato come il circuito piu' bello del mondo. Dopo la calura di Febbraio ora a Marzo abbiamo la temperatura piu' ideale cioe sui 24 gradi con massime di 28, e cielo sereno.Nei prossimi giorni cercheremo di darvi in anteprima piu' servizi riguardo a questo sport che viene seguito da tutto il mondo, e solo pochi che non hanno a che fare con automobili non sono interessati.

  • ROMA, 19 MAR- 'Credo sia assurdo, grave e pericoloso, ad una settimana
    dall'inizio del Mondiale di Formula 1': cosi' Luca di Montezemolo sul cambio di
    regole. 'Penso - spiega il presidente della Ferrari - che una situazione di
    questo genere sia negativa per la credibilita', le squadre, i tifosi, i
    giornalisti e gli sponsor. Le squadre -aggiunge Montezemolo- stanno gia'
    iniziando a ridurre i costi del 50%. E' importante evitare continui cambiamenti
    di regole che generano sconcerto e preoccupazione per chi lavora'.

  • ANSA) - FIRENZE, 19 MAR - E' un veterinario trentacinquenne di Alghero, Gabriele
    Macciotta, il vincitore del primo reality show via internet.Anziche' in tv,
    infatti, il reality, nato da un'idea di Janet Pitarresi, una ragazza fiorentina
    di 23 anni, si e' svolto per 2 mesi sul social network Facebook. Inizialmente i
    concorrenti erano 20, tutti italiani residenti in varie parti della penisola e
    del mondo, che si sono sfidati con video e articoli sui temi ispirati da vari
    opinionisti.
R.P.C.




Thursday, March 19, 2009


  • Pallacom augura a tutti i Giuseppe, Pino, Giuseppina, Peppino-a, auguri di buon onomastico, e  sopratutto auguri a tutti i papa' essendo oggi la festa dedicata ai papa'.

  • CROTONE. Il Castello di Carlo
    V si prepara a recitare il suo ruolo strategico di motore centrale della
    riorganizzazione dell’intero patrimonio storico della città di Crotone È stata
    firmata la convenzione tra il Comune di Crotone e il raggruppamento temporaneo
    di professionisti che si è aggiudicato la progettazione del restauro dei
    bastioni del Castello. È stato l’ing. Marco Dezzi Bardeschi, coordinatore del
    raggruppamento, a sottoscrivere la convenzione con l’ing. Sabino Vetta,
    dirigente del settore urbanistica del Comune di Crotone. Marco Dezzi Bardeschi -
    si legge in una nota del Comune - ha alle spalle una esperienze notevole nel
    settore della conservazione del patrimonio architettonico e storico maturata
    presso l’istituto di restauro di Firenze e successivamente presso la facoltà di
    Architettura di Milano dove attualmente è decano come ordinario di restauro
    architettonico. Tra i suoi progetti più importanti di restauro il Palazzo della
    Regione a Milano, la biblioteca classense a Ravenna, la stazione di S. Maria
    Novella a Firenze. La firma della convenzione fa seguito al concorso bandito dal
    Comune di Crotone teso ad assicurare il recupero per una alta fruizione del
    complesso storico di Carlo V “Una volontà specifica - dichiara il Sindaco
    Peppino Vallone - della amministrazione comunale per rilanciare la funzione
    turistica del monumento. Un intervento opportuno per l’importanza che riveste il
    Castello, patrimonio collettivo della città. Puntiamo - continua il Sindaco -
    all’attivazione di una strategia specifica che oltre al ripristino dei luoghi si
    ponga come strumento privilegiato per attivare un sempre più qualificato e
    diffuso turismo culturale”. L’intervento dei lavori sul Castello Carlo V che,
    per le sue specificità, vede il coinvolgimento degli assessorati alla cultura,
    all’urbanistica ed ai lavori pubblici, si svilupperà in più fasi partendo
    dall’approfondimento del ricco pacchetto di documenti d’archivio e dei recenti
    contributi storico - critici già disponibili. L’obiettivo è quello di
    riqualificare i luoghi senza alternarne l’originaria tradizione. Il progetto
    punta oltre al recupero, anche ad un doveroso programma di conservazione dei
    luoghi, alla loro valorizzazione attraverso la realizzazione di una efficace
    rete capillare di nuovi itinerari e di percorsi attrezzati. La nuova veste del
    Castello Carlo V prevede che lo stesso possa essere destinato a fulcro di nuove
    funzioni pubbliche di eccellenza, una sorta di grande piazza laboratorio capace
    di trasformare il testimone di una storia d’altri tempi nel principale polo di
    frequentazione e di attrazione giornaliera per la cittadinanza ed i turisti

  • SYDNEY 19 MAR - La popolazione australiana ha avuto
    un balzo di 1,84% nel 2008; il piu' grande boom demografico
    in 40 anni, superando i 21 milioni e mezzo. E'
    l'immigrazione alla base della crescita record: secondo gli
    ultimi dati dell'ufficio di statistica, su un incremento di
    quasi 400 mila, 230 mila sono immigrati, il resto nuovi
    nati. Il tasso demografico e' aumentato del 50% in 5 anni,
    fino a quasi il 2% annuo.

  • (ANSA) - YAOUNDE' (CAMERUN), 19 MAR - L'Africa e' 'in
    pericolo' per seduttori immorali che 'cercano di imporre il
    regno del denaro disprezzando i piu' indigenti'. E' il grido
    d'allarme lanciato dal Papa, nella messa nello stadio di
    Yaounde'. Per il Pontefice, la minaccia piu' pericolosa che
    insidia il continente e' la perdita della sua identita', del
    suo senso della famiglia, della sua ricchezza interiore di
    fronte alle 'false glorie' ai 'falsi ideali', portati da
    stranieri 'senza scrupoli'.


  • FORMULA one teams have been outraged by radical changes forced through for
    this season, claiming they will destroy "the very essence" of the sport.



    Among the most contentious rules agreed to by the FIA on Tuesday is the move
    to award the world championship to the driver with the most race wins for the
    year rather than the most points, starting at this month's season-opening
    Australian Grand Prix.



    Another controversial change is a drastically slashed budget suggested for
    teams, which will be voluntary, although those who comply will be given greater
    design freedom and could become more competitive.



    Ferrari is leading the opposition through company boss and Formula One Teams'
    Association chairman Luca di Montezemolo.



    The association's suggestions for a revised points system instead of wins and
    a 50 per cent reduced budget for teams by 2010 were rejected. "The framework of
    the regulations as defined by the FIA, to be applicable from 2010, runs the risk
    of turning on its head the very essence of formula one and the principles that
    make it one of the most popular and appealing sports," di Montezemolo said.



    The decision to award the drivers' championship to the driver who wins the
    most races is designed to revive formula one, encourage overtaking and avoid
    processional races. Had the rules been in force last year, Ferrari's Felipe
    Massa rather than Lewis Hamilton would have won the world title.



    The rest of the standings, from second to last place, will be decided by the
    points system.



    Bernie Ecclestone, the sport's commercial rights holder, floated a similar
    idea — based on awarding gold, silver and bronze medals — in December and he
    believes it will encourage overtaking.



    "If you're in the lead and I'm second, I wouldn't want to risk falling off
    the circuit or doing something stupid to get two points," Ecclestone said. "But
    if I need a gold medal to win the championship, I will overtake."



    But the new system could see the season settled much earlier and former
    driver Martin Brundle said he was reserving judgement. "What we may just have is
    some more exciting races where they're desperate to take the win rather than
    settling for second … but whether it will generate a more worthy champion
    remains to be seen."



    ■Jenson Button proved again why he is rapidly becoming the favourite to win
    in Melbourne. His Brawn GP car topped the timesheets in Jerez on Tuesday as the
    team completed its preparations. .



    THE RACE FOR F1



    Odds to win the drivers' championship:



    $3.50 Lewis Hamilton



    $4.60 Kimi Raikkonen



    $5.75 Felipe Massa



    $6 Fernando Alonso



    $8 Robert Kubica



    $13 Jenson Button



    $15 Rubens Barrichello



    $21 Heikki Kovalainen, Sebastian Vettel



    $26 Nick Heidfeld



    $67 Mark Webber



    $101+ Others



    SOURCE: SPORTSBET



    AAP, TELEGRAPH

R.P.C.




Wednesday, March 18, 2009



  • CROTONE - Beni mobili e immobili del valore di un milione di euro. A
    tanto ammonta l'entità della confisca effettuata a un imprenditore
    edile di Isola Capo Rizzuto, nel Crotonese, Carmine Piscitelli, di 59
    anni. L'uomo, condannato a due anni di reclusione con la sospensione
    condizionale della pena, è accusato di essere collegato alla locale
    cosca Maesano, che avrebbe il controllo del villaggio turistico
    Praialonga.


  • Un album di inediti per celebrare Rino Gaetano







    di Cristiano Sanna






    13 marzo 2009 - "Vedo già la mia salma portata a spalle da gente che bestemmia e che ce l'ha con me". Lo scrisse e lo cantò, Rino Gaetano,
    e non passò molto tempo che la sua voce ironica, satirica, scomoda, si
    spegnesse in un terribile incidente stradale. Rino aveva 31 anni, era
    il 1981, dopo lo schianto contro un camion il cantante gravemente
    ferito fu rifiutato da ben cinque ospedali e morì. Ma la sua impronta
    nella musica italiana è rimasta forte e vivissima, non a caso capace di
    entusiasmare le nuove generazioni.



    Raccolta di inediti - Per celebrare il cantautore di Crotone, SonyBmg pubblica l'antologia Live &Rarities che dal 20 marzo sarà in tutti i negozi, anticipata dal singolo inedito Donde està el grano.
    Rino la scrisse nel 1981, l'anno della sua morte. Sebbene tratti
    d'amore, il titolo della canzone diventa anche una metafora dei tempi
    che stiamo vivendo.



    Sberleffi e denuncia - In un momento cruciale della storia
    del nostro Paese, gli anni '70 del Movimento studentesco, degli
    scioperi operai e dei primi vagiti del terrorismo, Rino Gaetano
    raccontò paradossi, disfunzioni e falsi idoli (uno per tutti,
    l'ossessione per i beni materiali tecnologici) dell'Italia post-boom
    industriale. Brani come Aida, Mio fratello è figlio unico (rifatta anche dagli Afterhours) e Nuntereggae più
    sono fotografie di uno Stivale lacerato da mille contraddizioni, a metà
    strada tra passato contadino e alfabetizzazione forzata dovuta ai
    telequiz di Mike Bongiorno.



    Rabbia e ironia in musica - Con la sua voce roca, penetrante,
    quasi un ringhio ironico, Rino Gaetano non arretrava di fronte a nulla
    e amava provocare, spiazzare. Nei suoi testi mescolava dialetto,
    immagini popolari, miti mediatici e citazioni da Jonesco e Majakovski.
    Fece teatro con Carmelo Bene, nel 1978 la sua Gianna arrivò
    terza a Sanremo e fu il successo che lo lanciò definitivamente. Poi la
    fine prematura, ma versi come "Essence benzina o gasolina/Soltanto un
    litro e ti dò in cambio Cristina" dicono più di tanti talk show sulla
    realtà che viviamo quasi trent'anni dopo.



  • Europe cautious over Guantanamo inmates






  • William Glaberson, New York

  • March 17, 2009




EUROPEAN countries that have offered to help the Obama
Administration close America's detention centre at Guantanamo Bay,
Cuba, by resettling detainees have begun raising questions about the
security risks and requirements if they accept prisoners described by
the Bush Administration as "the worst of the worst", according to
diplomats and other officials on both sides of the Atlantic.


The
concerns — and a deep suspicion of whether the US intelligence
community will share full information on the prisoners — are likely to
complicate the resettlement effort, which is critical to President
Barack Obama fulfilling his pledge to close Guantanamo within a year.


The
offers — from Spain, Portugal, Italy, France, Belgium, Switzerland and
other countries — have been widely seen as efforts to win favour with
the new Administration by helping to close the camp.


Still, with
a first round of talks on the Guantanamo issues scheduled for overnight
in Washington between Obama Administration officials and a high-level
delegation from the European Union, several European leaders have
recently emphasised that they can make no firm commitments until they
are given complete details on the prisoners.


"We'd have to study
concrete cases," Maria Teresa Fernandez de la Vega Sanz, Spain's Deputy
Prime Minister, said in an interview last week.


US Secretary of
State Hillary Clinton recently told reporters she was "quite encouraged
at the positive, receptive responses we've been getting" to requests
for help in accepting Guantanamo detainees.


However, some
European officials said the Obama Administration had yet to detail what
would be involved in resettling detainees and whether the US would also
open its doors to Guantanamo prisoners, which the Bush administration
declined to do.


It is not clear what conditions the Obama
Administration may wish to impose, what its detainees' immigration
status would be, or whether any detainees released to Europe would be
eligible for complete freedom.


"We understand you have a big
problem," said one European official, who added he would speak only if
not identified. "And we appreciate what President Obama has said about
closing Guantanamo. But that doesn't automatically mean putting all the
remaining inmates on a plane and sending them to Europe."


Obama
Administration officials say that about 60 of the remaining 241
detainees — those who cannot be sent to their home countries for
humanitarian or other reasons — could be resettled in Europe.

Posta alla redazione



Friday, March 13, 2009 (foto mercato di Pallagorio)



  • Pallagorio - Oggi e' una giornata soleggiata, a differenza di ieri molto fredda, poco fa sono tornata dal mercato che si  tiene ogni Venerdi, e c'erano tante bancarelle, ma persone poche, insomma piu' venditori che compratori, ma la colpa e' anche dei prezzi esagerati che alcuni attuano esempio un venditore ambualnte con la sua frutta, ecco alcuni prezzi: un Kg. di peperoni 3 euro, un Kg di pere 2 euro e mezzo, quello che tutti comprano in questo periodo di magra sono le arancie le quali costano dai 8 ai 10 euro la cassa di 20 kg. Sicuramente i nostri utenti emigrati  al nord forse pagano gia questi prezzi, ma qui per un pensionato  o disoccupato, se non quardi la spesa, sono guai. La stazione di rifornimento funziona, e anche automatizzata, quindi volendo si puo' fare benzina e questa comodita' e' gia un grande cosa. Peccato che per la banca ancora niente, anzi un gruppo di persone si sta organizzando a raccogliere un certo numero di azzionisti soci della Banca, avendo un certo numero si parla di 100, la banca non puo ignorare la richiesta di attivare uno sportello per questi soci. Nel frattempo in attesa che il tempo dal freddo passi al caldo mangiamo arancie a volonta'. ( Caterina corrispondente in loco)











  • MOTOR racing fans are shrugging off economic gloom, snapping up general admission tickets as quickly as last year.

    Strong ticket sales are expected to continue with cheap deals and more entertainment thrown at cash-strapped punters.



    Organisers say people want a chance to forget tough times and they
    expect 300,000 people to again attend the four-day event at Albert
    Park, from March 26-29.



    But there has been less interest in top-end corporate seats this
    year, which can cost almost $4000 a person, leading to speculation the
    State Government will face record losses of up to $50 million.



    Australian Grand Prix Corporation chief executive Drew Ward said it was too early to estimate the loss and some positive signs had emerged in recent weeks.



    "Grandstand and general admission sales have been very strong,
    tracking at about the same level as last year," Mr Ward said. But he
    said the event was "not forecast to run at a profit".



    The Formula One race has been moved back to 5pm and Mr Ward said
    more people in Europe would watch, giving Melbourne greater exposure.



    "It's a big investment that the State Government makes every year
    and we try to maximise the return on the investment," he said.



    "We know that the economic times have caused some softness (in
    corporate sales). . . but we know people need some entertainment, they
    need a chance to let their hair down."



    General admission tickets have been kept to $99 on race day, which
    includes the F1 finale, V8 Supercars and a concert by rock legends The
    Who.


    Potbelleez and Sneaky Sound System will also perform at Sidetracked, a trackside music festival
redazione@pallagorio.com





Wednesday, March 11, 2009



  • Aggiornamento "Piazza Dante"


  • CROTONE. Dirottare alcune
    attività dello scalo di Lamezia Terme su Crotone, per riattivare subito
    l’aeroporto pitagorico e decongestionare quello della città della piana. Lo
    propone il consigliere regionale Salvatore Lucà che annuncia una lettera
    all’Assessore ai trasporti Naccari Carlizzi e per conoscenza al Presidente della
    Regione “considerato l’inquietante isolamento in cui versa la provincia tutta”.
    Lucà ritiene che, “nelle more dell’espletamento della gara per l’individuazione
    di un nuovo ed affidabile vettore, il management dell’aeroporto di Crotone debba
    trovare una soluzione immediata ed esaustiva”. Per Lucà “una sinergia tra i due
    aeroporti potrebbe consentire al nostro territorio di uscire da subito da questo
    brutto isolamento e nel contempo dare la possibilità agli amministratori
    crotonesi di scegliere il nuovo vettore senza alcuna fretta, per far sì che sia,
    una volta per tutte, un vettore veramente affidabile. L’utilizzo momentaneo di
    Crotone da uno dei tanti vettori presenti a Lamezia per le tratte Lamezia-Roma e
    Lamezia-Milano potrebbe al momento essere la soluzione ottimale e perentoria, e
    questo eventuale accordo potrebbe rappresentare la fine di questo preoccupante
    isolamento”.

  • BOLOGNA  - Per più di un anno ha abusato sessualmente della figlia
    tredicenne di un'amica a Imola, nel bolognese. La ragazzina, però, a
    settembre ha raccontato tutto alla sua insegnante, così l'uomo, un
    medico di 41 anni, è stato arrestato dando seguito ad una richiesta di
    custodia cautelare del Pm di Bologna Flavio Lazzarini, convalidata dal
    Gip Marinella De Simone. La madre, che fa l'operaia e che vive separata
    dal padre, si fidava completamente dell'uomo, tanto da affidargli
    spesso la figlia. Lui l'aiutava a fare i compiti e la portava a scuola:
    era diventato come un secondo genitore. I due avevano instaurato un
    rapporto molto fitto via computer dove la polizia postale di Bologna ha
    trovato numerose tracce degli abusi. Secondo la ricostruzione della
    polizia di Imola, le violenze sono iniziate nel maggio 2007. Nello
    scorso settembre la ragazza ha avuto una crisi nervosa a scuola, poco
    prima di una recita scolastica, ha raccontato tutto alla sua insegnante
    ed è stata presa in cura da una psicologa. L'uomo si trova nel carcere
    della Dozza di Bologna e sarà ascoltato nei prossimi giorni.

    L'uomo
    aveva conservato nel suo computer un vero e proprio archivio della
    relazione. La polizia postale di Bologna, infatti, ha ritrovato chat,
    sms, mail, messaggi vocali destinati alla ragazza e persino
    registrazioni di telefonate tra l'uomo e i suoi amici, in cui si
    vantava della storia, raccontandone anche particolari intimi. Tanto che
    un conoscente in una conversazione gli risponde: "Quando ti
    arresteranno ti porterò io le arance in carcere". Dalle ricostruzioni
    degli inquirenti è emerso che l'uomo era completamente invaghito della
    tredicenne. Le inviava messaggi d'amore che, inizialmente, erano
    corrisposti dalla ragazza. Quando, però, le attenzioni dell'arrestato
    si erano fatte più pesanti fino all'inizio di una relazione sessuale,
    la vittima aveva tentato di ribellarsi e di allontanare l'uomo,
    suscitando in lui una stizzita reazione di gelosia: "Io e te non
    possiamo smettere di vederci, non posso sopportare che tu veda i tuoi
    amichetti", le scriveva infatti. Nel frattempo, l'arrestato aveva
    raccontato ai suoi conoscenti la natura della storia, apparentemente
    senza preoccuparsi di nulla e difendendosi dietro al fatto che "lei é
    consenziente". E mentre alle amiche donne si fermava a considerazioni
    più vaghe, con i maschi era sceso in particolari più intimi, incurante
    delle loro preoccupazioni.


  • THE Colossi of Memnon are blowing bubbles. For
    thousands of years the increasingly dilapidated giants have sat side by
    side in what the ancients called the "desh-ert" or "land of the dead".


    Now they’re behaving like children, filling the air with opalescent
    spheres that float in the growing light of an Egyptian dawn. Dozens in
    every possible colour drifting high over the dunes and ramparts, lit
    from within as the great goddess Nut gives birth to the sun.

    A
    few minutes later, I’m in one. Not a soap bubble, but a hot air
    balloon. The vast membrane fills as the propane burner belches its
    dragon flame, the heat singeing what’s left of my hair, until the
    basket lifts an inch or two to bounce and drag on the rock-littered
    sand … and suddenly we’re soaring. Up there with the falcons, looking
    down on the Valley of the Kings, the Valley of the Queens, the Tombs of
    the Nobles and the other attractions of Thebes, the first and greatest
    theme park. Even the mighty Walt Dynasty is dwarfed by the Ramses.

    In
    the middle distance at Luxor is Karnak, the largest temple complex on
    Earth. Between us the silver sliver of the Nile that for millions of
    years has rolled out Egypt’s green carpet – flowing from deep in Africa
    to the delta where Alexander built Alexandria. One of the dozen cities
    of the same name he left in his wake. Which must have made it very
    difficult for the postman.

    Now we’re looking down on the
    temple of Hatshepsut, the cross-dressing queen who ruled as pharaoh in
    the 15th century BC. Hewn from solid rock and painstakingly repaired by
    the Poles, Hatshepsut’s sanctum was the scene of a massacre 11 years
    ago to the day. Terrorists versus tourists – 62 herded into the temple
    and shot. Just as the high dam above the first cataracts put an end to
    the annual inundation that had nourished the farms of Egypt for 7000
    years, the Hatshepsut horror ended the annual inundation of tourism
    that had provided up to 80 per cent of the economy for Luxor and Aswan.
    The locals remember the years of deprivation that followed, and fear
    more as the events in Gaza and the global financial crisis empty the
    hotels.

    Since the terrorists attacked in Luxor and Cairo,
    illusory security arrangements have been Egypt’s busiest employer. The
    country crawls with guards toting ancient rifles and AK-47s, and major
    movements of tourists still occur in convoys. Thus we’ll gather in
    Aswan at 3.30 in the morning for the cross-desert trip to the rescued
    monuments of Abu Simbel, the scores of vehicles passing through endless
    checkpoints.

    Then there are the false doors. No respectable
    Egyptian tomb was without one. Massive thresholds between the lands of
    the living and the dead through which the spirit of the deceased could
    pass. The airport metal detector is about the same size and intended to
    protect the living from death – and Egypt must have a million of them.
    Tourists pass through them to enter every hotel, museum and public
    building. Twentieth-century technology provides the false doors for the
    pyramids of Giza and Saqqara and for every significant archeological
    site – false because few of them work. Nor do the X-ray machines, which
    cause long delays while bored guards pretend to search handbags.

    This
    is, after all, Egypt. Where nothing works. Where buildings under
    construction become ruins as they rise, ageing more in months than the
    monuments in millennia. The only place where the metal detectors do
    operate is at the entrance of major hotels – and here they’re ignored
    in favour of racial profiling. If you’re foreign please come in and
    spend your money – though outside the four and five-stars there are
    sniffer dogs and men with mirrors checking vehicles for bombs. but
    mostly the security adds to feelings of insecurity. It’s the hollowest
    of theatrics and the soldiers and police who emerge from behind
    bullet-proof shields to check your ID from the Lower Nile to the Upper
    are the best performers.

    The locust plague that Moses
    afflicted on the Pharaoh has been replaced by the chirruping plague of
    mobiles. Just as every hovel has a satellite dish, every Egyptian seems
    to have a Nokia. They beep on camels, donkeys and feluccas, allowing
    drivers to trade in tourists. Visitors complain of “hassling”,
    forgetting that their brief presence in the country provides, for many
    Egyptians, the only hope of feeding the family. But Egyptians remain
    cheerful and helpful; many are possessed of the gifts appropriate to
    stand-up comedy. A great people with great problems.

    I meet
    old friends from visits going back 40 years. And next week I’ll tell
    you what they have to say about Mubarak, Bush, Obama and the Israelis.
e.mal della redazione:



Sunday, March 8, 2009


  • Il nostro corrispondente dalla Toscana, Domenico Medea invia articolo che sara' visibile integralmente in due aree la prima e' Attualita' ecco il link:Attualita' inoltre verra' inserito nel Blog di Pallacom cioe' Pallablog  dando la possibilita' ad altri di scrivere, intanto ne proponiamo un'assaggio: Ciao Cari amici di Pallagorio.com,
    vi scrivo dopo un po' di tempo e vi
    rinrazio per le utili cronache: il fatto che ci sia la benzina a Pallagorio è un
    buon segno per molti pallagoresi. Peccato che io vada a Metano, cosa che
    purtroppo..............................

  • ROMA - I telefonini di medici e infermieri e altro personale sanitario
    negli ospedali possono farsi 'untori' di batteri pericolosi, anche
    potenzialmente fatali come il 'superbatterio' MRSA, ovvero lo
    Stafilococco aureus farmaco-resistente.

    E' quanto emerso da uno
    studio pubblicato sulla rivista Annals of Clinical Microbiology and
    Antimicrobials. Quasi il 95% dei cellulari di medici e infermieri che
    transitano in camera operatoria e terapia intensiva sono contaminati da
    batteri, è emerso ai test eseguiti alla università di Ondokuz Mayis in
    Turchia e diretti da Hakan Leblebicioglu. Solo il 10% di questi
    professionisti pulisce periodicamente il proprio telefono. Le infezioni
    batteriche possono essere pericolosissime, anche fatali, in ospedale,
    soprattutto in presenza di batteri multiresistenti agli antibiotici
    come lo Stafilococco aureus. Ma anche batteri normalmente poco
    pericolosi, in un reparto dove sono ricoverate persone malate, spesso
    debilitate o anche immunodepresse, possono trasformarsi in
    batteri-killer.

    La contaminazione dei reparti può avvenire
    facilmente, se non si prendono le dovute precauzioni igieniche. La
    semplice operazione di lavarsi le mani periodicamente durante il lavoro
    può fare tanto. In precedenti studi era emersa una contaminazione non
    trascurabile delle tastiere dei pc in ospedale, anche con MRSA, ma
    finora non si era mai indagato sul possibile ruolo di contagio
    indiretto tramite il cellulare che ormai ognuno di noi, anche il
    personale sanitario, ha sempre con sé.

  • (ANSA) - CERNOBBIO (COMO), 7 MAR - Secondo il leader del
    Carroccio, Umberto Bossi, rispetto al ponte sullo Stretto
    'forse sarebbero meglio 100 aeroporti'.
    A margine della finalissima di Miss Padania, il ministro
    delle Riforme ha detto che bisogna 'valutare bene se il
    ponte serve o non serve. Io non sono un esperto - ha
    aggiunto - ma quanto tempo fa guadagnare sulla tratta tra
    Milano e Palermo? 'Forse sarebbero meglio 100 aeroporti,
    cosi' portiamo in Sicilia svedesi, norvegesi e tedeschi'.

  • (ANSA) - AMENDOLARA (COSENZA), 7 MAR - Un pensionato, Rocco
    Corrado, di 75 anni, ha vinto un milione di euro con un
    biglietto Gratta e Vinci da dieci euro.
    Corrado e' padre di sei figli, alcuni dei quali sono emigrati
    al nord per lavoro. Il pensionato si e' recato in un
    bar-tabaccheria e, dopo aver consumato un caffe', ha
    acquistato un biglietto della lotteria 'Gratta e Vinci',
    scoprendo di avere vinto un milione di euro. Nel bar si sono
    riversati numerosi curiosi che hanno chiesto di acquistare
    biglietti.

  • Approfittiamo di augurare a tutte le donne Buon Otto Marzo la Direzione di Pallacom


redazione@pallagorio.com



Wednesday, March 4, 2009



  • CROTONE. Proseguono gli
    incontri dell’amministrazione comunale di Crotone con gli alunni delle scuole
    cittadine nell’ambito del progetto “Concittadini di Pitagora”. Ieri mattina sono
    stati gli alunni delle seconde classi della scuola Giovanni XXIII a sedere tra i
    banchi del consiglio comunale per esprimere le loro proposte e formulare quesiti
    nell’ambito del percorso di educazione alla cittadinanza proposto
    dall’amministrazione comunale attraverso l’ufficio pubblica istruzione e il
    gruppo di professionisti del marketing territoriale. Gli alunni, accompagnati
    dalle insegnanti Luciana Sulla e Rita Stigliano, hanno incontrato l’assessore
    alla pubblica istruzione Eugenia Garritani. Tanti i temi proposti dai ragazzi
    che vanno dalla sicurezza, all’ambiente, alle politiche per i giovani
    all’integrazione sociale. L’amministrazione comunale attraverso questi incontri
    - si legge in una nota - sta proponendo un percorso di crescita collettiva
    condivisa con il mondo della scuola che passa attraverso la riappropriazione
    delle regole, del territorio, della definizione dei ruoli e dell’ascolto attivo.


  • SIX foreign backpackers in their 20s on a fruitpicking
    holiday in central Victoria were run down by a car as they were walking to an
    orchard near Shepparton.



    One woman, from Hong Kong, was flown to The Alfred hospital, fighting for her
    life with severe head injuries.



    Paramedics put her in an induced coma at the scene on Baulch Road at
    Dhurringile, south of Shepparton.



    Her companions, four women and one man were also injured.



    One of the other women suffered a broken leg while the others escaped with
    minor injuries.
    A family member told AAP the driver of the car blamed sun
    glare for the accident.



    ``They were walking on the road and he didn't see them,'' said the family
    member, who did not want to be identified.



    ``He was going fairly slowly and if he had been speeding he would have killed
    them.''



    Police from the Major Collision Investigation Unit are investigating the
    accident

R.P.C.



Tuesday, March 3, 2009









  • A SURFER attacked by a great white shark off Sydney's
    famous Bondi Beach last month has lost a hand after surgery to reattach it
    failed.



    The news comes as the New South Wales Government said it was turning to new
    high-tech approaches to shark tracking in the wake of three recent attacks in
    Sydney.



    Glenn Orgias, 33, was attacked by a 2.5m great white near dusk on February
    12, with the shark locking its jaws onto his left arm, partially severing his
    hand.



    A day earlier, navy clearance diver Paul de Gelder lost a hand and a leg and
    was lucky to survive after being mauled by a 2.7m bull shark in Sydney Harbour.



    Surgeons at St Vincents Hospital reattached Mr Orgias' hand following 10
    hours of surgery and last week he said he had regained feeling in his fingers
    after a second operation.



    But the hospital confirmed today the hand had to be amputated on Sunday
    night.



    "It was looking promising last week, but things just took a turn,'' hospital
    spokesman David Faktor said.



    "They (the surgeons) really did do all they could,''



    Meanwhile, a teenage surfer attacked by a shark off North Avalon Beach on the
    weekend remains in a satisfactory condition in Royal North Shore Hospital.



    Andrew Lindop, 15, was mauled by what was believed to be a two metre-long
    great white shark while surfing with his father at the northern Sydney beach
    early on Sunday.



    He suffered deep cuts to his left thigh in the attack and required four hours
    of surgery.



    The Government's new shark initiatives, to be released for public comment by
    the end of the month, include a DNA library, GPS monitoring of nets and an
    electronic tagging program.



    The NSW Opposition has criticised the government for not doing enough to
    prevent the attacks, claiming shark nets are deteriorating and aerial shark
    patrols have been cut.



    But Primary Industries Minister Ian Macdonald said the Government would adopt
    a range of new scientifically-based measures as part of its review of the NSW
    Shark Meshing (Bather Protection) Program.



    It is the first public review of the program since 1972.



    "The recent series of shark attacks in the Sydney area has caused community
    concern and it should be known the government is taking action,'' Mr Macdonald
    said today.



     He said the measures would include a new tagging program and research on
    shark population trends, patterns and movements, to help identify high risk
    periods and hot spots.



    Mr Macdonald said he would also meet lifesaver groups later this week to
    discuss practical options that could be implemented.



    He rejected calls for aerial patrols over beaches, saying a 2006 summit found
    fixed wing aircraft could not cover enough area to be effective.



  • CROTONE. Sono stati appaltati
    dal Comune di Crotone i lavori di riqualificazione del campo nomadi di località
    Cipolla. La notizia è stata comunicata dall’amministrazione comunale alla
    comunità slava in un incontro che si è tenuto nella sala del consiglio comunale.
    Hanno partecipato alla riunione l’assessore ai lavori pubblici - Antonella
    Rizzo, il consigliere delegato ai servizi sociali Filippo Esposito, Michele
    Marseglia, Presidente della terza commissione consiliare; don Giuseppe Noce in
    rappresentanza dell’Arcidiocesi di Crotone, Suor Maria Capitanio della Caritas,
    che da sempre è vicina alla comunità slava, l’avvocato Agata Speziale e
    l’ingegnere Rosario Mattace in rappresentanza della ditta aggiudicataria dei
    lavori. Si concretizza l’attività che, attraverso il costante dialogo con la
    comunità slava, Comune, Arcidiocesi, Prefettura e Provincia hanno portato avanti
    in questi mesi. “Il campo - ha dichiarato l’assessore Rizzo - diventerà un
    villaggio con tutti i servizi e le infrastrutture dei quartieri abitativi.
    Questo - ha aggiunto la Rizzo rivolgendosi ai presenti - comporta da parte
    vostra il rispetto dei luoghi, delle abitazioni e naturalmente la corresponsione
    degli oneri per le utenze di cui usufruirete. Sono certa - ha concluso la Rizzo
    - “che saprete sostenere l’impegno che l’amministrazione Vallone ha profuso per
    prevedere la realizzazione di un nuovo villaggio proprio quando nel resto del
    paese i campi si smantellano”. “Tra le istituzioni e voi c’è

La redazione di Pallagorio.com

Ecco la e.mail di Pallagorio. com redazione@pallagorio.com